«Fate troppo rumore»: immigrata ferisce a coltellate tre persone nel centro di Napoli

mercoledì 9 gennaio 11:40 - di Angelica Orlandi
Il rumore in quella rosticceria erano diventati insopportabili: così scatta il gesto folle di un’immigrata algerina che ha risolto a modo suo il “disagio”: ha preso un coltello da cucina e ha aggredito tre persone che lavorano in un laboratorio di rosticceria situato nei pressi della sua abitazione in vico Lorenzo Giustiniani, nel centro di Napoli. La donna, 52 anni, è stata subito arrestata ed ora in attesa di essere giudicata per direttissima.

L’algerina ha accoltellato tre persone della rosticceria

Secondo la ricostruzione dei fatti, le liti tra la donna e gli impiegati del negozio, imparentati tra loro, andavano avanti da tempo, leggiamo sul Giornale. La straniera aveva spesso accusato gli esercenti di fare troppo frastuono con la loro attività, visto che il suo appartamenteo s trova proprio sopra la rosticceria. capita a tanti una situazione analoga, se non peggiore. Ma la donna non ha retto, è scesa di casa con un coltello da cucina, e si è scagliata violentemente contro le tre persone presenti nel laboratorio. I soccorritori sono arrivati in pochi minuti. I feriti sono stati trasportati in ospedale. Grave è una impiegata 38enne colpita dall’algerina alla schiena, alle braccia e alla milza. Le condizioni degli altri tre pazienti, però, non destano particolari preoccupazioni, anche se hanno rischiato grosso. La donna verrà giudicata con rito direttissimo.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza