È successo ancora: straniera senza biglietto dà un violento colpo in testa al capotreno che glielo chiede

sabato 19 gennaio 11:04 - di Redazione

Viaggiare a sbafo sui treni regionali è diventata una norma rivendicata a viva voce e a forza di aggressioni violente dagli stranieri in giro da un posto all’altro del Belpaese. Ma c’è di più: assalire a randellate e cazzotti, insultare e minacciare il capotreno di turno, che si limita semplicemente a fare il suo lavoro chiedendo riscontro sul titolo di viaggio, è diventata una inquietante consuetudine per gli stranieri a bordo dei nostri convogli ferroviari.

Erba, capotreno aggredito e ferito alla testa da una straniera a bordo senza biglietto

Lo conferma tristemente, una volta di più, quanto accaduto appena tre giorni fa nei pressi della stazione di Erba, dove una donna straniera “regolarmente” sprovvista del biglietto ha aggredito brutalmente il capotreno che le aveva appena chiesto contezza del biglietto: morale della favola il 44enne dipendente di Trenord, colpito con forza alla testa con un cellulare dalla donna che stava urlando e sbraitando, dando in escandescenze, ha dovuto essere portato all’ospedale Fatebenefratelli dove si è provveduto a medicare una ferita al capo; mentre la viaggiatrice, immediatamente dopo aver sferrato il colpo, e mentre l’uomo veniva soccorso, si è allontanata dal treno dileguandosi e sparendo nel nulla, facendo perdere completamente le sue tracce.

Mentre il capotreno viene trasportato in ospedale la donna sparisce senza lasciare tracce

Secondo quanto riferito dal sito de Il Giornale, tra i più tempestivi nel riportare episodi di cronaca di questo genere, «la violenza si è verificata poco prima delle 16 quando il treno 2649 stava arrivando alla stazione della cittadina del Comasco»: ossia in pieno giorno, con il convoglio affollato di giovani, donne e pendolari, cosa che – oltre al danno subito dal dipendente aggredito – ha provocato anche non pochi disagi sulla tratta: «Proprio a causa dell’assenza del capotreno – riporta il quotidiano milanese diretto da Sallusti – la società ferroviaria ha dovuto sopprimere la corsa in partenza alle 16.16 in direzione Cadorna, creando notevoli disagi» per i viaggiatori a bordo.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza