“Diciotti”, parte l’iter al Senato. Gasparri: «A breve la Giunta sentirà Salvini» (video)

mercoledì 30 gennaio 15:23 - di Redazione

È partito ufficialmente stamattina l’iter che breve porterà la Giunta per le immunità del Senato ad esprimersi sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, per il quale il Tribunale dei ministri di Catania ha ipotizzato il reato di sequestro di persona aggravato. La vicenda riguarda il divieto di sbarco disposto dal governo per i migranti a bordo della nave Diciotti. Salvini ritiene che quella decisione sia stata dettata da un’esigenza di sicurezza. Non così per i magistrati procedenti che vi hanno invece intravisto una compressione dei diritti dei migranti. Spetterà ora alla Giunta presieduta dal senatore Maurizio Gasparri, che è anche relatore, stabilire quale, tra le due tesi, sia quella da sostenere.

Gasparri: «Il nostro interlocutore è solo il ministro»

La questione, manco a dirlo, è però soprattutto politica, come dimostra l’annuncio – da parte dell’on. Mario Giarrusso (M5S) – del deposito presso la Giunta di un documento del governo a firma del premier Conte. Gasparri, però, tiene a preservare l’attività della Giunta: «Il nostro interlocutore è il ministro Salvini e se il governo avrà cose da dire sarà lo stesso Salvini a riferirle, arricchendo la sua relazione. Questa – ha avvertito – non è un’assemblea politica, ma ognuno può fare quello che vuole, siamo un paese libero». Quanto a Salvini, Gasparri ha precisato che la prossima settimana il ministro dell’Interno «porterà in giunta le sue argomentazioni, seguendo le procedure, perché è chiaro che siamo di fronte a una questione che non si risolve con un video messo su Facebook o con la raccolta di firme».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza