Deputata islamica esordisce al congresso Usa giurando sul Corano: “Trump è un figlio di…”

venerdì 4 gennaio 17:59 - di REDAZIONE

«Ora entriamo lì dentro e mettiamo sotto impeachment quel figlio di…». Rashida Tlaib, deputata democratica del Michigan, ieri ha preso posto alla Camera come prima rappresentante di origine palestinese. Tlaib, che da islamica osservante ha ha prestato giuramento sul Corano, ha chiuso la sua giornata con un comizio improvvisato in un locale di Washington, lo State Room Bar. E lì, davanti ai suoi sostenitori, senza nominare esplicitamente Donald Trump ha usato l’insulto ”motherfucker” per riferirsi al presidente. “Non lasciate che nessuno mai, mai vi tolga le vostre radici, la vostra cultura, la vostra identità”, ha detto Tlaib, raccontando poi un dialogo con il figlio. “… E quando vostro figlio vi guarda e dice “Mamma, guarda. Hai vinto, i bulli non vincono… Io ho detto ‘Non vincono, perché noi entreremo lì e metteremo quel figlio di p… sotto impeachment”, ha detto Tlaib, tra gli applausi dei presenti, come documenta un video diffuso sui social network.

Sarah Sanders contro la deputata islamica

Le parole della deputata, ovviamente, non sono passate inosservate. “Non si metterà in stato d’accusa questo presidente, che ha avuto due anni di successo, più di quanto abbia avuto ogni altro presidente della storia moderna”, ha detto la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, a Fox News. “L’unico motivo per cui attaccano questo presidente -ha aggiunto- è perché sanno che non possono batterlo”. In una serie di tweet, Tlaib non ha fatto alcuna marcia indietro. “Dirò sempre la verità davanti al potere”, ha scritto. “Questo non riguarda solo Donald Trump – ha aggiunto -. Riguarda tutti noi. Davanti a questa crisi costituzionale, dobbiamo alzarci”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza