Bastonata, presa a pugni in testa e costretta a rapporti sessuali dal marito 72enne

venerdì 4 gennaio 14:22 - di Redazione

Pretendeva dalla donna con la quale è sposato da oltre dieci anni di avere rapporti sessuali anche quando quest’ultima non voleva e la costringeva agli stessi con la forza, in un’occasione l’ha anche picchiata con un bastone, minacciando di ucciderla. Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia hanno arrestato un uomo di 72 anni, di Orta Nova, responsabile di maltrattamenti in famiglia e di violenza sessuale e lo hanno condotto ai domiciliari nella propria abitazione.

Segregata e presa a pugni

La donna, in seguito alle reiterate persecuzioni, si era rifugiata a casa di un’amica per sfuggire alla condotta dell’uomo che era diventata minacciosa e violenta già da tempo. Poi gli ultimi episodi ancora più eclatanti avvenuti tra marzo e aprile 2018 avevano indotto la vittima  a denunciare lo stato di persecuzione subita.  In una circostanza era stata colpita con un pugno in testa dal marito sempre per costringerla ad avere un rapporto sessuale, mentre in un’altra occasione era stata costretta a fuggire dalla finestra perché il marito l’aveva chiusa a chiave nell’appartamento. L’incubo ora è cessato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza