Strasburgo, spari sulla folla al mercatino di Natale. Ci sono vittime (video)

martedì 11 Dicembre 21:14 - di Redazione

Attacco terroristico al mercatino di Natale a Strasburgo. I turisti si sono dati alla fuga dopo che un uomo armato ha aperto il fuoco sulla folla nel mercatino che si trova al centro della città, nella zona della Grand Rue.   Secondo testimoni citati da FranceNews24, un uomo armato avrebbe sparato contro dei militari, che avrebbero risposto al fuoco. Un morto e sei feriti è il primo bilancio, provvisorio, della prefettura. Le autorità cittadine di Strasburgo hanno invitato i cittadini a non uscire di casa. Le Figaro riporta il ferimento di almeno quattro persone. Secondo il sindaco della città, Roland Ries, ad aprire il fuoco è stato un uomo con un’arma automatica. Il tiratore non sarebbe ancora stato arrestato. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha parlato di tre attacchi terroristici in diverse zone del centro città. Il Parlamento è stato blindato dopo la sparatoria.

Il mercatino di Strasburgo è finito più di una volta nel mirino dei terroristi. L’ultima nel novembre 2016, quando sette persone vennero fermate dalle forze speciali francesi prima che mettessero a segno un attentato. Nel maggio 2014, nella città venne smantellata una rete jihadista: si trattava anche in questo caso di sette persone che, si scoprì, erano state in Siria tra il dicembre 2013 e l’aprile 2014, e che vennero poi condannate a pene comprese tra i 6 e i 9 anni di carcere. Tra loro anche Karim Mohamed-Aggad, il cui fratello Foued venne successivamente identificato come uno dei kamikaze del Bataclan. Il mercato di Natale era già stato individuato come bersaglio di un progetto di attentato nel 2000: quattro algerini, poi condannati a pene tra i dieci e i dodici anni dal tribunale di Francoforte, avevano progettato di piazzare una bomba alla vigilia del Capodanno 2001 davanti alla Cattedrale, ma la strage fu evitata grazie alle informazioni fornite dai servizi segreti tedeschi.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *