Strage in discoteca: identificata la persona che ha scatenato il caos

domenica 9 Dicembre 10:47 - di Penelope Corrado

È stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato uno spray urticante all’interno della discoteca Lanterna Azzurra provocando il panico che ha poi portato alla morte delle sei persone. Il ragazzino – che è residente nella provincia – è stato identificato sulla base delle testimonianze e non sarebbe stato ancora sentito dalla Procura dei Minorenni. Per il quotidiano, La Stampa, il minorenne sarebbe indagato per omicidio preterintenzionale. Una bomboletta è stata anche già recuperata nel locale. Intanto, sui Social, è stato lanciato un appello (come si vede nella foto di copertina) per identificare un ragazzo con la mascherina che potrebbe essere proprio l’autore dell’attacco con lo spray.

Corinaldo: centinaia di feriti, sette in pericolo di vita

Oggi i carabinieri ascolteranno altre testimonianze per ricostruire quanto accaduto nella notte del terrore e in mattinata si terrà un nuovo sopralluogo nel locale dove un tempo si ballava il liscio, una classica balera, che negli anni più recenti era stata trasformata in una discoteca per serate e concerti, indirizzati soprattutto ad un pubblico di giovani e giovanissimi. La tragedia è avvenuta poco prima dell’una di sabato: quando i giovani si sono accalcati verso una delle tre uscite di sicurezza, che si affaccia su un ponticello, le balaustre di protezione non hanno retto e molte persone sono finite nel canale sottostante.  «Abbiamo sentito un odore simile a quello di spray al peperoncino e poi abbiamo avuto un grande bruciore alla gola e agli occhi e abbiamo iniziato a tossire». Questa è la testimonianza di una ragazza che si trovava all’interno della discoteca, in attesa del concerto di Sfera Ebbasta. «Ho perduto un figlio di 15 anni, oggi a me e mia moglie è finita la vita», ha detto un giovane padre.

Mille persone in più della capienza consentita?

Al momento fonti investigative smentiscono che ci siano già soggetti formalmente indagati. L’altro fronte delle indagini riguarda i gestori della “Lanterna  azzurra”, ovvero la sicurezza della discoteca: c’erano più persone di quanto consentito? Al momento si sa che la capienza dell’unica sala in cui si svolgeva l’evento era di circa 469 posti e che i biglietti venduti sono stati oltre 1.300.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )