Reggio Emilia, fiamme in un appartamento: 2 morti, 40 intossicati, gravi 2 bambini

lunedì 10 Dicembre 9:23 - di Greta Paolucci

L’allarme era stato lanciato da tempo, a causa delle cantine occupate: ma l’incendio scoppiato nel scantinato di un palazzo a Reggio Emilia ha concretizzato in peggio, mille volte peggio, i dubbi e le paura nutriti negli ultimi tempi riguardo lo stabile al civico 33 di via Turri, nel quartiere della stazione ferroviaria divampato dalle cantine del condominio. Il bilancio è drammatico: due morti, diversi feriti, molti i bambini intossicati che i vigili hanno portato via tenendoli in braccio.

Fiamme in un appartamento: l’incendio divampato dallo scantinato

E allora, sono almeno cinque le autoscale inviate dal 115 sul posto, dove ai vigili del fuoco accorsi si è presentato uno scenario di fiamme e devastazione. Come si legge in queste ore su reggionline.com, allora, le vittime sono un uomo e una donna di origine nordafricana ancora non identificate. Quel che è certo è che, come riporta il Corriere della sera sul suo sito, «i corpi delle due vittime sarebbero stati trovati sulle scale dell’edificio, forse mentre cercavano di fuggire». E non è tutto: il bilancio è pesantissimo anche per quanto riguarda gli intossicati: che non sarebbero di 40; tra loro, due bimbe di 4 e 7 anni sono gravi e sono state portate una all’ospedale Niguarda di Milano e l’altra a Fidenza.

Al vaglio le cause dell’incendio in cui sono morte due persone

Le cause che hanno innescato l’incendio che ha divampato dallo scantinato dell’edificio sono al momento ancora sconosciute, pur essendo noti i rischi che qualcosa del genere potesse accadere nella zona, come detto in apertura, a causa delle cantine occupate. Un dubbio divenuto tragica certezza oggi, quando due persone sono morte e diverse sono rimaste ferite. I vigili del fuoco, che si trovano ancora sul posto, sono intervenuti tempestivamente: arrivati hanno individuato subito che le fiamme si erano sviluppate nello scantinato del palazzo, causando un denso fumo che ha invaso la tromba delle scale, intossicando così diverse persone.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )