Pugni, calci e schiaffi, alla recita di Natale volano le sedie: e finisce in rissa tra le mamme (video)

martedì 18 Dicembre 11:37 - di Chiara Volpi

I bambini vestiti da angioletti, il sipario pronto per essere alzato, genitori nella platea rimediata negli spazi della palestra della scuola. Tutto pronto: e scoppia la rissa tra le mamme che si contendono uno spazio in primissima fila per poter riprendere in primissimo piano le performances dei figli alle prese con la recita di Natale…

Gela, la recita di Natale finisce in rissa tra le mamme

Succede tutto in una scuola di Gela – dove il contenzioso, degenerato in una rissa in cui sono volate parole grosse, sedie e qualunque cosa capitasse a portata di mano di genitori particolarmente su di giri – e si conclude con la denuncia di 4 persone, due uomini e due donne, quelle che evidentemente sono riuscite ad “emergere” nell’intricato intreccio di corpi e sedie: e tutto solo per ambire al posto in grado di assicurare l’angolazione di ripresa migliore a poter girare il filmino della recita organizzata per solennizzare spirito natalizio e evangeliche virtù: predisposizione d’animo e pregi comportamentali messi a dura prova dai diverbi tra genitori per un posto in prima fila preteso a suon di schiaffi e insulti per esigenze di ripresa…

E tra genitori in lite (e bambini in lacrime) volano pugni, calci e schiaffi…

Ma altro che canti natalizi e cori angelici: nella scuola elementare di contrada Albani Roccella, con i bambini vestiti da angeli e pastori, e schierati sul palco al cospetto della Sacra famiglia pronti a intonare Astro del ciel e e Jingle bells, due mamme sono arrivate addirittura alle mani, passando dalle parole alle parole grosse, e dalle parolacce alla rissa. E quello che era cominciato come un battibecco è degenerato in un tafferuglio in cui sono volati schiaffi, calci e pugni, con tanto di ragazzini in braccio, sollevati di peso e portati via dal palco della palestra trasformata in ring sul quale il diverbio a due si è allargato a macchia d’olio diventando una lite generalizzata in cui alla fine, tra sedie che volano e bambini in lacrime, tutti erano contro tutti. E il video pubblicato su Facebook e riportato in apertura lo testimonia chiaramente…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *