Anastasio, anche Renzi cerca di adottarlo. E lui: tranquilli, voto scheda bianca

sabato 15 Dicembre 15:37 - di Adele Sirocchi

Anastasio è un talento. Ma va? Per forza, se no non avrebbe vinto XFactor, dove se l’è giocata con concorrenti altrettanto bravi. Ma la politica, l’ideologia, rovinano tutto ciò che toccano con intenti strumentali. Ed è toccato anche al povero Anastasio. Neanche era stato incoronato vincitore che già infuriava la polemica sui suoi like. Un like per CasaPound cui l’organizzazione delle tartarughe rispondeva: grazie, grazie, lui piace anche a noi. E Repubblica subito a scrivere di vittoria “oscurata” da quei like così scorretti, così fascistoidi. Uno andato a Salvini, uno a Trump, uno al ministro della Famiglia Lorenzo Fontana. E Anastasio, il rapper che vuole la “fine del mondo”, a chiedere ingenuo: ma sono un pensatore libero, non si può? No, non si può. Ma ancora parliamo di fascismo e comunismo? E già, ancora ne parliamo.

E oggi scende in campo anche Matteo Renzi, con una difesa (non richiesta) del vincitore di XFactor. Un post su Fb che può sembrare un tentativo di entrare in sintonia col pubblico social sul tema del momento ma che contiene indubbiamente anche valutazioni di buon senso. “Chi ha seguito X-Factor sa che la vittoria di Anastasio ha messo tutti d’accordo. Quel ragazzo può piacere o meno ma è un talento straordinario. Fare polemica politica sui like che Anastasio mette è ridicolo”. E aggiunge: “Ok, ha messo un like a Trump o a Salvini. Io non l’ho mai fatto e mai lo farò. Ma posso dire che un artista si giudica per quello che è? E che Anastasio ha stravinto meritando tutto? E che se la smettessimo di fare polemica politica su tutto sarebbe meglio? Non mi interessa sapere per chi vota Anastasio, mi basta riconoscere che a X-Factor ha spaccato. Giù il cappello e basta polemiche, dai”.

E’ vero, ha spaccato. E lo ha fatto col talento del “disturbatore”, come lo ha definito il suo giudice, Mara Maionchi. Ma non è sufficiente. Si esige da Anastasio una sorta di abiura, una dose di tranquillante per placare gli animi indignati anche solo da un vago sospetto… E il tutto arriva in un’intervista a La Stampa. Il ragazzo ha capito che gli vogliono stroncare la carriera e non vede l’ora di scrollarsi di dosso una polemica stupida, giacobina e fanatica ma potente. Così torna a spiegare: “Ho la mia opinione su fatti di cronaca, a volte sono da un lato e a volte dall’altro. Può dire una cosa giusta anche Salvini, così come Renzi…”. Magari Renzi ha letto, e ha apprezzato. Anastasio invece dice di apprezzare molto Rino Gaetano e Fabrizio De André, ma anche De Gregori che dopo aver sentito la versione di Generale a XFactor vorrebbe incontrarlo. E contro le strumentalizzazioni che sta subendo confessa: “Se vi interessa, alle ultime elezioni ho votato scheda bianca…”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *