Trump a Macron: macché esercito europeo, pensate a pagare i debiti…

mercoledì 28 novembre 15:29 - di Antonio Pannullo

Le tensioni tra Francia, Usa, Nato e Ue, sono ancora altissime, malgrado l’unità di facciata. Preceduto da dichiarazioni particolarmente dure contro la proposta del presidente francese di creare un vero esercito europeo – “un insulto” nella parole di Donald Trump – il presidente degli Stati Uniti è stato accolto pochi giorni fa all’Eliseo dal suo omologo francese Emmanuel Macron. I due leader dopo un faccia a faccia, hanno partecipato a un incontro allargato alle rispettive delegazioni, cui è seguita la colazione offerta da Macron e dalla moglie Brigitte a Trump e alla first lady Melania. La visita del presidente degli Stati Uniti in Francia era avvenut in occasionE delle celebrazioni per il centenario della fine della Prima guerra mondiale e alle cerimonie a Parigi è prevista la presenza di oltre 70 tra capi di Stato e di governo. Appena sbarcato nella capitale francese, Trump aveva twittato: “Il presidente Macron ha proposto che l’Europa costruisca il suo esercito per proteggersi dagli Stati Uniti, dalla Cina e dalla Russia. Molto offensivo, ma forse l’Europa dovrebbe prima pagare la sua giusta quota alla Nato, cui gli Stati Uniti contribuiscono in gran parte”.

Trump: l’Europa contribuisca sui fondi Nato

Macron ha così replicato: “La mia proposta di una difesa europea è totalmente coerente” con la necessità di una migliore condivisione degli oneri della Nato tra gli alleati. All’inizio del loro incontro all’Eliseo, il presidente francese ha risposto così a Trump, che al suo arrivo a Parigi aveva definito “offensiva” quella proposta, insistendo piuttosto sulla necessità che l’Europa aumenti il proprio contributo all’Alleanza atlantica. “Sono d’accordo con il presidente Trump che serve una migliore condivisione degli oneri nella Nato – ha detto Macron – E per questo credo che la mia proposta sia totalmente coerente: più Europa nella Nato e più capacità per assumerci le nostre responsabilità”. Controreplica di Trump: “Vogliamo un’Europa forte, è molto importante per noi. Vogliamo aiutare l’Europa, ma il rapporto deve essere corretto. Vogliamo aiutare, ma anche altri Paesi devono farlo. In questo momento il peso grava soprattutto sugli Stati Uniti. Apprezzo molto quello che” Macron “ha detto in relazione alla condivisione degli impegni”.

E saltò la visita di Trump ai Caduti della Grande Guerra

Donald Trump, seduto accanto al presidente Emmanuel Macron, si era poi espresso così sull’impegno degli Stati Uniti nella Nato e sulla necessità, secondo Washington, di redistribuire l’impegno per garantire efficienza al meccanismo dell’Alleanza Atlantica. “Voglio ringraziarti per la splendida accoglienza. Siamo diventati ottimi amici negli ultimi due anni, abbiamo molto in comune. In tanti sensi, più di quanto la gente possa capire”, dice il presidente degli Stati Uniti. “I prossimi giorni saranno molto importanti, discuteremo molti temi anche riguardo al commercio. Ne abbiamo parlato, abbiamo fatto molti progressi. Il commercio è molto importante. Siamo anche molto concentrati sul terrorismo, un tema importante per entrambi. Abbiamo fatto molti passi avanti, il terrorismo avrà grande spazio nei colloqui tra noi”, aggiunge. Ma a volte il diavolo ci mette la coda: il maltempo modificò il programma di  Trump a Parigi e cancella la visita programmata al cimitero americano di Aisne-Marne. Il presidente degli Stati Uniti, con la First Lady, avrebbe dovuto rendere omaggio ai caduti della Prima Guerra Mondiale. Problemi logistici provocati dal maltempo, rende noto la Casa Bianca, hanno determinato la cancellazione dell’evento. Che sia un segnale anche questo?

(Foto Csis)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica