Squallido spot dalla Dandini: «Maschi pezzi di m…», dice la Finocchiaro ai bambini (video)

lunedì 19 novembre 18:11 - di Massimiliano Mazzanti

Caro direttore,
la Sinistra s’indigna se i 5 Stelle insultano i giornalisti – non solo la Sinistra, ma comunque l’affondo era circoscritto a una parte della categoria e per un episodio specifico -, ma trova normale – ed è solo la Sinistra a trovarla normale – che tutti gli uomini, nel senso di maschi, vengano insultati da Angela Finocchiaro, la quale li definisce «pezzi di merda». Per non dire, poi, in che modo la Finocchiaro l’ha fatto e con quale disgustoso stile anche blasfemo. L’altra sera, al termine dell’ultima puntata de “La tv delle ragazze”, va in onda un finto spot, dove la Finocchiaro appare a sei bambine sedute in un parco in guisa di Madonna vestita modernamente. Ecco il dialogo, che inizia quando d’incanto la voce delle bambine viene ascoltata dalle bambine, che, però, non la vedono:

«Ma davvero sei una fata», esclamano tutte, sorprese alla sua vista.
«Siii, sono la fata dei giardinetti in mezzo al traffico», risponde lei.
«Che bello!», esclama una graziosa biondina.
«Perché parli con noi, perché ti sentiamo, perché non ti vediamo?», dice incredula un’altra.
«Perché devo dirvi una cosa molto importante»
«Come la Madonna ai pastorali di Fatima», chiede una morettina.
«Ehh.. Tipo..», specifica la Finocchiaro
«Che cos’è la cosa così importante?», insiste allora un’altra delle bambine.
«Bambine, ricordatevi sempre che gli uomini sono dei pezzi di merda!»
«Anche il mio papà?», chiede quindi una delle bimbe.
«Soprattutto il tuo papà», conclude e ribadisce la Finocchiaro.

Conscia delle inevitabili polemiche, Serena Dandini, prima di chiudere il programma, ci tiene a sottolineare come, in realtà, il filmato sia stato montato – lo si può vedere qui sotto  – e che le bambine, in realtà, non hanno ascoltato l’oscena frase della Finocchiaro. Per non essere da meno, però, la stessa Dandini ha chiosato questa precisazione con un: «Purtroppo».
Ora, ammesso che sia anche vero che le bimbe non siano state del tutto coinvolte in questo sconcio – non cambia nulla, tanto si saranno riviste certamente, in televisione o nel web – è per ascoltare oscenità del genere – nel linguaggio e nel contenuto – che tutti gli italiani pagano il canone? È insultando tutto il genere maschile che si fa educazione contro la violenza alle donne? È con questa violenza verbale – che in televisione è assolutamente deleteria – che si spera di contrastare quella che aumenta in questa società senza più saldi valori?
Certo, la Finocchiaro è attrice osannata – questo passa ormai il “convento” del Cinema italiano… – e Serena Dandini è un’icona della Sinistra, intoccabile. Però, se questo è lo stile, nessuno si meravigli poi – visto che buona parte dei 5 Stelle e del malessere sociale diffuso ha la stessa elevata formazione culturale e retorica -, se qualcuno dovesse replicare al duo Finocchiaro/Dandini che le donne, in particolari le attricette e le conduttrici televisive sono solo delle gran… giornaliste!

il video

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Alberto 20 novembre 2018

    E noi, onesti padri di famiglia, attraverso il canone RAI obbligatorio dovremmo pure pagare uno stipendio a questi mentecatti frustrati?
    Il neo Presidente della RAI Sig. Marcello Foa deve assolutamente intervenire: questa vergognosa e gratuita ingiuria verso milioni di cittadini onesti, e ancor peggio, questa gravissima forma di diseducazione verso i nostri figli, sono elementi che non possono passare inosservati per una TV Stato. Gli autori di questa spazzatura vanno licenziati in tronco!
    SI PRETENDONO DELLE SCUSE UFFICIALI!!

  • franz 20 novembre 2018

    Ma anche il compagno e il figlio della Finocchiaro sono pezzi di merda? E soprattutto suo figlio?

    • Giuseppe Tolu 20 novembre 2018

      È normale, ma non si accorge di niente, ormai è abituata alla puzza, quindi …

  • Giuseppe Tolu 20 novembre 2018

    Da una povera mentecatta questo e altro, a dei bambini poi! A dir cose del genere da qualcuno di centrodestra, apriti cielo, scioperi e manifestazioni antifasciste subito.

  • oliva pierpaolo 19 novembre 2018

    la Finocchiaro appare a sei bambine sedute in un parco in guisa di Madonna vestita modernamente. Ecco il dialogo, che inizia quando d’incanto la voce delle bambine viene ascoltata dalle bambine, che, però, non la vedono:

    «Ma davvero sei una fata», esclamano tutte, sorprese alla sua vista.
    «Siii, sono la fata dei giardinetti in mezzo al traffico», risponde lei.
    «Che bello!», esclama una graziosa biondina.
    «Perché parli con noi, perché ti sentiamo, perché non ti vediamo?», dice incredula un’altra.
    «Perché devo dirvi una cosa molto importante»
    «Come la Madonna ai pastorali di Fatima», chiede una morettina.
    «Ehh.. Tipo..», specifica la Finocchiaro
    «Che cos’è la cosa così importante?», insiste allora un’altra delle bambine.
    «Bambine, ricordatevi sempre che gli uomini sono dei pezzi di merda!»
    «Anche il mio papà?», chiede quindi una delle bimbe.
    «Soprattutto il tuo papà», conclude e ribadisce la Finocchiaro.

    Riprende la Finocchiaro: «Siii, sono la fata fuori di testa»
    «l’avevo capito», esclama una graziosa biondina e le altre in coro.

    SE QUESTA E’ TV DI CULTURA ……
    INSEGNAMO ALLE BAMBINE CHE I PAPA’ SONO DEI PEZZI DI MERDA ….. COMPLIMENTI TV DI STATO SIAMO ARRIVATI AL TOP…..

    POVERINA LA FINOCCHIARO E’ BRUTTO INVECCHIARE ….. SI DIVENTA COSI’….. A UNA CERTA ETA’ NON TIGUARDA PIU’ NESSUN UOMO…
    EVIDENTEMENTE L’UNICO NEURONE CHE LE HE RIMASTO SI E’ PURE DANNEGGIATO…

    SPERO CHE QUALCUNO DELLA RAI INTERVENGA!!!!!

  • Pierpaolo 19 novembre 2018

    una sola parola basta, e parlo da uomo e da cattolico : vergogna.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica