Selfie al bar col nipote del boss, bufera sul candidato grillino a Corleone

venerdì 23 novembre 18:24 - di Leo Malaspina

E’ bufera dopo il post su Facebook del candidato sindaco di Corleone del Movimento 5 stelle, Maurizio Pascucci. “Questa mattina colazione allo York Bar. Un buon caffe’ con Salvatore. Delusione per i maldicenti” scriveva il 21 novembre alle 10.25. Sotto la foto (in alto) che lo ritraeva in compagnia di Salvatore Provenzano, nipote acquisito del capo di Cosa Nostra, Bernardo. Pascucci, toscano di nascita ma da anni trapiantato nel centro del Palermitano, sciolto per mafia dove domenica si va al voto, in una videointervista a Repubblica spiegava così il suo gesto. “Voglio riaprire il dialogo con i parenti dei mafiosi – dice -. E’ molto importante. Spesso un condannato per mafia coinvolge tutta la famiglia e i parenti vengono individuati anche loro come colpevoli. Penso sia giusto e se sarà sindaco lo farò questo passo, anzi l’ho già fatto”. Tanto è bastato per spingere il vice premier, Luigi Di Maio, in serata atteso a Corleone per un comizio di chiusura della campagna elettorale a disertare l’incontro. “Sono sicuro che quella dichiarazione sia stata fatta in buona fede ma quel concetto è pericolosissimo. I voti di quelli non li vogliamo e ci fanno schifo”. Critiche piovono dal presidente della commissione Antimafia di Palazzo dei Normanni, Claudio Fava. “Certamente non è un reato farsi una foto con un parente di uno dei più spietati boss mafiosi che la storia ricordi – dice -, ma pubblicare quella foto sui social è una scelta inopportuna, soprattutto per chi si candida come sindaco di un paese che ha subito lo scioglimento per infiltrazioni mafiose”. La commissione aveva svolto, proprio nei giorni scorsi, una missione istituzionale nel Comune del palermitano, stigmatizzando la mancanza del tema del contrasto alla mafia nel corso della campagna elettorale.Il senatore Giarrusso ha annunciato il licenziamento di Pascucci da assistente parlamentare.

“Volevo avvisare tutti voi che non andrò a Corleone come inizialmente previsto. Ho aperto il cellulare e tra le news c’era questa notizia data dal nostro candidato sindaco M5S” il quale ha detto che “voleva aprire al dialogo con i parenti dei mafiosi. E questa dichiarazione fa il paio con una foto sua in un bar, con il nipote di Provenzano”, ha annunciato Luigi Di Maio nel corso di una diretta Facebook.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica