Roma, paura a Primavalle. Si barrica in cantina: «Mi faccio esplodere»

martedì 13 novembre 13:06 - di Fabio Marinangeli

Prima la violenza, poi la paura e il dramma. Minuti di terrore nel quartiere periferico di Primavalle, a Roma. Un uomo di 32 anni si è scatenato, ha minacciato come una furia i genitori, creando il caos. Ha danneggiato gli arredi di casa. Poi si è barricato in cantina e ha urlato che si sarebbe ucciso. È accaduto nell’abitazione di via Girolamo Casanate. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo Radiomobile. Quando i militari sono arrivati nell’appartamento di Primavalle hanno trovato il 32enne in forte stato di agitazione: non appena ha visto l’arrivo dei carabinieri, si è immediatamente chiuso nella cantina. Ha minacciato di suicidarsi, «mi faccio esplodere». Brandiva un fucile, risultato poi una carabina ad aria compressa. All’improvviso ha puntato l’arma anche contro i carabinieri attraverso una finestra. Dopo un lungo dialogo l’uomo è stato convinto a desistere ed è stato portato in ospedale. Lì è stato trattenuto per accertamenti. Il giovane è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia e detenzione di armi.
Alcuni mesi fa una vicenda simile, stavolta nella zona di Casalotti. Un uomo, dopo aver minacciato la compagna ed essersi barricato in un appartamento, aveva tagliato il tubo di una bombola del gas. Si trattava di un 55enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, poi accusato di maltrattamenti in famiglia. L’uomo, durante l’ennesimo litigio in casa con la proprio compagna, aveva dato in escandescenze iniziando a minacciarla pesantemente e a scagliare oggetti contro le pareti. La vittima, fortemente impaurita, aveva contattato il 112. Quando i carabinieri arrivarono sul posto, la donna era all’esterno dell’abitazione, mentre l’uomo si era barricato in casa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica