Meloni: «Niente strapuntini. E l’8 dicembre non sarò in piazza con la Lega»

sabato 3 novembre 15:13 - di Corrado Vitale
ostia

«Se qualcuno pensa di darci uno strapuntino per fare la ruota di scorta alla maggioranza, sbaglia di grosso». È netta e decisa la smentita di Giorgia Meloni all’ipotesi di un eventuale ingresso nella maggioranza di governo, come da alcuni “retroscena” pubblicati in questi giorni sui giornali in relazione al voto favorevole annunciato da Fratelli d’Italia al decreto sicurezza. «Il nostro sostegno al decreto -precisa la leader di FdI in una intervista uscita  oggi sul  Corriere della Sera – non ha nulla a che fare con trattative per il governo. Io credo che l’ipotesi fatta balenare e di cui ho letto, perché nessuno me ne ha parlato, sia stata un modo da parte del M5S per distrarre l’attenzione dai loro problemi, usandoci strumentalmente, uno spauracchio per i loro dissidenti». «Noi – dice sempre la Meloni  nell’intervista- ci comportiamo come abbiamo annunciato fin dall’inizio. sosteniamo quello che ci convince».  Al dunque, «io non chiedo niente», dichiara la leader di Fratelli d’Italia. «Lavoro per riportare il centrodestra a vincere».

E il progetto della cosiddetta “seconda gamba” del centrodestra a cui guarda anche Toti? «Ci confrontiamo con tanti amici tra i quali Toti -risponde la Meloni – , ma sia chiaro, il nostro progetto non contempla una fusione con FI, ma un incontro tra storie e persone per costruire qualcosa di importante insieme».

La leader di FdI nega inoltre che l’8 dicembre aderirà alla manifestazione indetta dalla Lega a Roma: «Con Salvini parlerò nei prossimi giorni ma l’8 dicembre farò come tutti il presepe. l’albero, non scenderò in piazza. Il giorno dell’Immacolata ha una sua sacralità».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • 4 novembre 2018

    Religione non a un posto con la politica!! Non cambiate idea la Religione a dominato, e distrutto Italia!! Attaccate sempre ONG ma alle spalle e il Vaticano che a spinto per questa immigrazione verso Italia, la colpa vera e il Santone Argentino… questa è la verità perché Il pontefice Raitzinger fu eleminato dal Vaticano…SVEGLIATEVI!!!

  • Angela 4 novembre 2018

    Peccato, Onorevole Meloni che non sarai con la Lega alla manifestazione, è in gioco il futuro del Paese che è sotto attacco dai burocrati e tecnocrati della UE.L’ 8 di dicembre si può festeggiare e contemporaneamente manifestare per il bene dell’Italia.

  • marco bianchi 4 novembre 2018

    Pessima decisione che ribadisce in modo netto l’ambiguità e quindi l’inutilità di Fdi.In piazza con Salvini non si va con il governo ma per un progetto politico. Meloni si tenga caro il suo cd.Che poi non è altro che tenersi caro la faccia accettabile della ue e il sovranista della ue.A stare in troppe scarpe si finisce per camminare a piedi nudi. Un Fdi così non mi interessa più.Il cd può essere se stesso solo con la disgregazione di fi.

    • Giancarlo 4 novembre 2018

      Sinceramente senza l’Europa l’Italia sarebbe sotto terra, visto che abbiamo l’Euro e non la vecchia lira, noi non possiamo più tornare indietro perché la stramaggiorabza Delle persone hanno mutui, in Euro hanno ratte da pagare sempre in Euro, se ritornasse la lira sarebbero indebitati fino al collo, quindi i burocrati europei hanno ragione come ha ragione la Meloni!!

  • moraldi 3 novembre 2018

    Il centro destra si !ma senza il cavaliere!

  • G.Erman 3 novembre 2018

    Che vuoi una poltrona? Salvini la sua se l’è guadagnata in piazza, tra la gente, nessuno gli ha regalato niente.

  • Pino1° 3 novembre 2018

    L’On. Giorgia Meloni ha fondato il suo partito insieme a Guido Corsetto e Ignazio Larussa non apprezzando il sostegno dato da forza italia al governo monti ! Superflua ogni considerazione!
    Fratelli d’Italia, una sua creatura, condivisa ,La rappresenta, esprime la sua anima di Leonessa,
    ha legittimamente l’obiettivo di farla crescere, non si è distratta un’attimo, nemmeno difronte al
    più grande evento che Ginevra ha rappresentato. Come inevitabile sia per una famiglia solida,
    una donna solida, costante nel suo impegno, espresso con stile che nessun’altra donna della
    politica italiana ha mai avuto ! Coerente sempre, lucida sempre, trasparente sempre ! In Italia ?
    Sembra impossibile ma vero, assieme a Salvini sono i due pilastri di un’Italia che spera di
    tornare alla dignità rubata da gentaglia come quella che ci ha svenduto!

  • Vini 3 novembre 2018

    Credevo nella Meloni, ma questi sembrano discorsi troppo elementari per il mio gusto.
    Nella mia opinione non deve far favori a nessuno ma e un dovere per dar forza a Salvini per far si che alle prossime elezzioni potrebbero essere voti per lei.

  • Andrea 3 novembre 2018

    Va bene tutto ma non capisco la necessità di scegliere sempre l’8 dicembre come data.Negli ultimi anni primarie,secondarie, consultazioni varie e manifestazioni politiche si sono svolte in questo giorno particolarmente caro ai Cattolici.Anch’io per tradizione faccio il Presepio proprio per l’Immacolata.Non si tratta di essere più o meno bacchettoni ma si chiede un minimo di rispetto per una delle principali feste della Chiesa Cattolica.Le manifestazioni si possono organizzare benissimo nelle quaranta e passa domeniche dell’anno (a parte quella di Pasqua) se proprio non si può fare a meno di svolgerle nei giorni del Signore.

  • Marcello 3 novembre 2018

    e fai molto male a non sserci isolata non fai un ubo ssoggettata al berlusca non fi du tubi. Invece i devi essere e dire la tua

  • In evidenza

    contatore di accessi