Maltempo, la Protezione Civile: «In Veneto scenario apocalittico» (video)

sabato 3 novembre 16:27 - di Redazione

Veneto piegato dal maltempo. “La situazione è pesante, uno scenario apocalittico: valli devastate, tralicci piegati, strade sommerse da frane”, ha spiegato il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa con il presidente del Veneto Luca Zaia, tenutasi oggi a Belluno al termine del sopralluogo sulle zone colpite dal maltempo di questi giorni. “Dobbiamo partire subito perché non possiamo attendere la conta definitiva dei danni e aspettare almeno due mesi – ha sottolineato Borrelli – Abbiamo una sofferenza in tutta Italia, ma in questo territorio la sofferenza è molto più pesante“, ha aggiunto, annunciando l’intenzione di chiedere “dalla prossima settimana la dichiarazione dello stato di emergenza per lo stanziamento delle prime risorse”.

Proprio oggi il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha destinato un milione di euro per il recupero dei boschi dell’Altopiano di Asiago , nell’ambito delle iniziative per il Centenario della Grande Guerra, questione sulla quale ha una specifica delega. “Apprendo con particolare dispiacere delle eccezionali circostanze di maltempo che nelle ultime ore si sono abbattute sulla Regione Veneto e che hanno devastato – tra le altre cose – i boschi dell’Altopiano di Asiago”, scrive l’esponente dell’esecutivo in una lettera al presidente Zaia, ricordando che “quello stesso Altopiano già durante la prima Guerra Mondiale fu teatro di tragici eventi e per questo rappresenta un luogo simbolico della memoria del nostro Paese, oltre a essere patrimonio naturale della collettività”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • stefano 4 novembre 2018

    ogni volta che vedo qualche tg. di qualunque tipo ad ogni collegamento vedo sempre negri…in questi giorni non ho visto nessuna di queste risorse. meglio così farebbero solo danni, e poi dobbiamo lasciarli a riposare poveretti loro devono solo telefonare o ascoltare musica con il cellulare ma andassero a fare in c*** chi li vuole qui.

  • Angela. 4 novembre 2018

    Dispiace vedere il Nostro Paese in ginocchio per colpa di calamità inn-naturali, al TG 5 ieri hanno dato il numero ove mandare gli SMS solidali,sono sicura che “tutta”la popolazione Italiana da Nord a Sud contribuirà affinché quei luoghi così devastati possano ritornare al più presto vivibili.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica