La Germania scopre l’islamismo integralista e processa 52 simpatizzanti dell’Isis

lunedì 19 novembre 15:40 - di Monica Pucci

La procura tedesca ha condotto alla data di oggi processi contro 52 islamisti, cittadini tedeschi che sono andati a raggiungere gruppi terroristici in Siria o Iraq. Questo quanto emerge da un documento presentato oggi dal governo di Berlino in risposta ad un’interrogazione del gruppo parlamentare “Die Linke”. Di questi, 28 si trovano in Germania e la maggior parte è già stata condannata a diversi anni di reclusione. Sempre secondo dati del governo, il numero delle persone considerate potenziali terroristi è continuato ad aumentare nel paese, anche se non allo stesso ritmo degli anni precedenti. Attualmente, i servizi segreti tedeschi ritengono che ci siano 767 potenziali terroristi, tra loro 33 donne e minori. Un anno fa, gli inquirenti avevano una lista di 705 possibili terroristi in tutto il paese. In aprile la cifra era salita a 760 individui.

I musulmani ortodossi, soprattutto quelli sunniti salafiti, sono cresciuti enormemente negli ultimi cinque anni in tutto il territorio nazionale. Secondo il ministero dell’Interno federale sono 11.000 quelli che confessano questa inclinazione: rifiutano i valori delle società occidentali e le regole che seguono sono molto dure.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica