Israele, nominato per la prima volta un ambasciatore arabo cristiano

venerdì 16 novembre 17:10 - di Tito Flavi

Per Israele si tratta di una sorta di svolta storica è stato infatti nominato, per la prima volta,  un ambasciatore  arabo cristiano. Lo ha sottolineato il ministero degli Esteri, annunciando la nomina del 34enne George Deek come ambasciatore d’Israele in Azerbagian. Nato in una famiglia arabo cristiana di Tel Aviv, Deek ha studiato diritto internazionale alla Georgetown University di Washington. È stato vice ambasciatore in Nigeria e Norvegia ed è attualmente consigliere del direttore generale del ministero degli Esteri. Unico funzionario cristiano del suo dicastero rappresenterà Israele in un paese a maggioranza musulmana.

E non si tratta nemmeno di incarico di secondo piano. Si dà infatti il caso chel’Azerbagian fornisca ad Israele il 40% del petrolio ed è uno dei principali acquirenti di armi israeliane. Inoltre si trova al confine con l’Iran, uno dei principali nemici d’Israele. Deek non è il primo arabo a diventare ambasciatore israeliano. Il primato spetta all’arabo musulmano Ali Yahya, nominato ambasciatore in Finlandia nel 1995, che ha poi guidato anche la sede diplomatica di Atene.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica