Il tesoro di Saviano, Panorama svela gli incassi milionari dello scrittore: ecco le cifre

mercoledì 14 novembre 13:47 - di Prisca Righetti

Per molti Roberto Saviano è un mistero: e tra chi si interroga sul perché di una vita sotto riflettori e tra chi prova ad analizzarne i risultati, c’è chi si interroga su una quotidianità blindata, e chi si chiede se, effettivamente l’attribuzione di una scorta al suo seguito abbia ancora la sua ragion d’essere, tra i condomini napoletani che paventano un rischio nel condividere con l’autore di Gomorra lo stesso stabile, e i vicini newyorkesi con cui il giornalista e scrittore si ritrova  quando abita l’attico nella Grande Mela, c’è anche chi si pone il quesito sui proventi di un’esistenza (dorata) in prima linea, quanto a favore di telecamera. E così, sul “tesoro di Saviano” e su come lo scrittore e giornalista potrebbe rimpinguarlo ancora a breve, “Panorama” svela in un’inchiesta che svela incassi milionari lievitati negli anni e remunerative scritture future dell’autore di Gomorra.

Saviano, incassi e scritture in un’inchiesta di Panorama

Ebbene oggi, molte delle domande che rimbalzano dai media al web, alimentando curiosità e gossip, indignazione e consensi dem di lettori e follower, trovano risposta nell’inchiesta firmata a quattro mani da Giacomo Amadori e Simone Di Meo su Panorama, ripresa da il Giornale, dedicata agli incassi stellari, alle relazioni, ai possibili, remunerativissimi nuovi progetti del fautore numero uno di accoglienza indiscriminata e operato delle Ong, nemico giurato – e dichiarato – del ministro Salvini. E così, dalle minacce dei Casalesi denunciate da Saviano, e che tanti riscontri editoriali (e proventi lievitati negli anni) hanno portato al suo Gomorra – «nel 2006 – si legge su Il Giornale che riprende Panorma – l’anticipo e le prime ingenti vendite di Gomorra, gli fruttarono meno di 50.000 euro». «Poi una crescita. “Nel 2009 – spiegano sempre gli autori dell’inchiesta – il reddito imponibile era già salito a quasi 2 milioni, per stabilizzarsi intorno al milione negli anni successivi. Ma la stagione d’oro è stata il 2017, quando ha addirittura totalizzato un imponibile che si aggirava sui 2,3 milioni» –, fino alle scritture cinematografiche e televisive – con trattative in corso – «si va dalla Cattleya riprende il Giornale («quasi mezzo milione per i vari contratti») a Telecom-La7 («circa 400.000 euro»), fino a Fascino («intorno ai 350.000»), passando anche per Rai ed Endemol», secondo quanto registrato da Panorama e riferito dal quotidiano diretto da Sallusti, «in circa un decennio Saviano avrebbe portato a casa intorno ai 13 milioni di euro». E la curiosità di estimatori e detrattori è soddisfatta; l’ego – e i conti – dello scrittore, decisamente ancor di più…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • marco osilo 22 novembre 2018

    questo lurido giornale insieme a Panorama , Libero e il Giornale, esemplari della peggiore stampa, danno spazio alla rabbia e invidia per non essere nessuno, di tre individui appartenenti alla genia peggiore presente sul pianeta Terra. Ovvero coloro che spacciano per inchieste notizie che riguardano la sfera familiare di persone che fior di magistrati e forze dell’ordine hanno ritenuto a rischio vendetta della Camorra dal 20 06. Bene questi tre impresentabili individui, Belpietro, Amadori e Di Meo, contrabbandano per una maxi inchiesta su Saviano una sequela delle loro decennali porcate con l’aggravante di spiattellare indirizzi segretati e forniti dal loro datore di lavoro il Boia Nazionale, altro totale incompetente che crede di governare al credo “me ne frego”. I due pseudo giornalisti devono solo vergognarsi, non avendo nulla da dire, mettere i nomi e cognomi di persone che dal 2006 stanno vivendo cercando di rimanere nell’ombra essendo noto (anche a loro grandi vigliacchi) che ci sono giovani camorristi che cercano con azioni eclatanti di guadagnare meriti agli occhi dei boss e loro, da luridi, spiattellano i nomi , e per che cosa, solo per sperare di creare dolore a Roberto Saviano, qualora qualche farabutto aizzato da loro, lurida feccia, possa far loro del male. Dovete bruciare all’infermo esseri abbietti.Questo schifo che avete scritto non è un’inchiesta e solo il vostro vomito pieno di bile, svela solo la vostra nullità perché su Saviano non c’era nulla da svelare ed è evidente solo il vostro sporco livore è la certezza che siete dei miserabili incapaci.

    • Redazione 22 novembre 2018

      Ci scusi Sig. Osilio, ma invece di vomitare insulti gratuiti sulla nostra Testata e il mondo intero perchè non argomenta meglio quello che lei sostiene, grazie

  • Trigliedda 16 novembre 2018

    Un individuo che non fa onore agli italiani per bene.

    • marco osilo 22 novembre 2018

      Argomento subito : un giornale serio non da spazio ad imbratta carte che da sempre cercano di infangare Saviano e ora non essendoci riusciti cercano di mettere in pericolo , facendo nomi e indirizzi di persone vicino a Saviano sperando che la lurida camorra faccia loro del male per colpire Saviano. Questo secondo voi è corretto?, ai lerci non va dato spazio, si vantano di aver conoscenza della camorra, allora sono ancor più farabutti in quanto sanno che quella è gente che non scorda MAI.. Se fosse vivo Almirante vi disconoscerebbe, non avrebbe dato spazio a simili vigliacchi, si sarebbe rifiutato di essere complici di infami. Si possano avere idee diverse ma coinvolgere persone che non centrano si che fa vomitare. Salutatemi Di Meo e Amadori che si sono oramai definitivamente sputtanati con la loro ultima farsa parte prima e seconda, per far vendere qualche copia al pessimo Belpiero (brutta fine per un giornale che aveva una certo stile molto tempo fa). Se loro sono dei nulla che colpa ne ha Saviano e le pochissime persone che gli sono vicine.

  • Giuseppe Forconi 15 novembre 2018

    Cominciamo con il dare in testa a chi in primo luogo lo ha accolto come un re….. il PD ? Renzi ? Gentiloni ? Bene, allora cominciamo da loro denunciandoli su arbitrarie o meglio partitarie decisioni prese a favore di questo essere. Poi via la scorta, ha paura ? che rimanga negli USA. Quindi, mi rivolgo a quella associazione che deve recuperare tasse non pagate, cominciasse a fargli i conti in tasca e che paghi le tasse dove e’ avvenuto il guadagno. Certamente da buon comunista avra’ dichiarato qualche cents negli USA per pagare meno ma il grosso del malloppo e’ tutto in Italia, quindi smettiamola di esaltarlo e condanniamolo, che provi anche la durezza di un buon carcere insieme a tutte quelle brave persone che sono state pizzicate in errore e che lui tanto spalleggia, nigeriani, rumeni e quant’altri ha dato appoggio e vediamo come si risolve questa questione.

  • Francesco Tambussi 15 novembre 2018

    Non c’è da meravigliarsi. Fondamentalmente Il sig. SAVIANO rappresenta il classico “RADICAL CHIC”. Soggetto sinistroide, tante parole poca sostanza. È una moda, vecchia di almeno 50 anni, che riflette la cultura di certi “SALOTTI d’ELITE” là dove i convenuti pesano i loro milioni di euro e “ARIA FRITTA”. Fondamentalmente un individuo di sinistra, con rispetto parlando della sinistra, molto ricco che ha abitudini da ricco, in contrasto con il Suo pensiero. Giudicate voi.

    • marco osilo 22 novembre 2018

      PINO documentati il PD ha sempre attaccato Saviano , come vedi sei il classico incompetente che sputa sentenze tipico dei fascio-legisti .

  • paolo mario Pieraccini 15 novembre 2018

    Solo in questa Italia costui ha potuto trovare terreno fertile.Mi auguro che Salvini gli abbia tolto la scorta.

  • Lalla 15 novembre 2018

    Ma vivendo in America, paga le tasse là? Se sì, si faccia pagare la scorta da Trump! Vorrei proprio vedere come andrebbe a finire!

    • marco osilo 22 novembre 2018

      Paolo Mario tu fai parte della feccia dell’umanità.

  • Angela. 15 novembre 2018

    Con tutti i soldi che ha può benissimo permettersi una mega scorta personale …e pretende che gliela dobbiamo dare noi cittadini italiani con le nostre tasse?sono esterrefatta!!!a me sta pure antipatico per quello che dice e che fa…personaggio inutile e insignificante!

  • giorgio 15 novembre 2018

    il solito e piu’classico, si fa per dire,”marxista leninista”con il Rolex, della serie “fate quello che dico ma non fate quello che faccio”, che vale anche per altri.

  • Alessandro 15 novembre 2018

    E’ inaccettabile che giornali e televisione continuino a parlare e propinarci immagini, gesta e opere di certi personaggi che sono l’emblema del degrado civile e morale della società italiana. Mi riferisco al soggetto di questo articolo, di quel personaggio che risponde al nome di Corona, la Argento e a tutti gli altri che brillano per scandali e vita insana.

  • paolo 15 novembre 2018

    Si può permettere ben altro che la scorta pagata da noi, è ora che gliela tolgano

  • Sandy Caineo 15 novembre 2018

    Ha pagato le tasse ?

  • Giuseppe Tolu 15 novembre 2018

    E non ha i soldi per la scorta personale?

  • giovanna 14 novembre 2018

    Con tutti quei soldi, si paghi dei gorilla se ha paura e leviamogli la scorta!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica