I “Premi Caravella Tricolore” alla Fondazione An (Diretta Streaming). Serata per Mario Castellacci

martedì 27 novembre 17:30 - di Redazione

Oggi consegnati i Premi Caravella Tricolore presso la sede della Fondazione Alleanza Nazionale (via della Scrofa 43, Roma). Alle 16,30 ha preso il via una serata di premiazione e di spettacolo. La Fondazione Rivolta Ideale n collaborazione con il periodico Realtà Nuovae con il Cenacolo delle intelligenze scomode ha inteso riprendere una tradizione che appartiene alla storia del mondo giovanile della Destra italiana. La “Caravella” è stato l’emblema di un gruppo universitario nato alla Sapienza di Roma che per alcuni decenni ha rappresentato la maggioranza del mondo universitario romano. Il premio sarà assegnato ad esponenti del mondo della cultura, dell’informazione, della scienza e dell’arte, che nella loro vita, nella loro professione hanno dato lustro al nostro mondo ideale. L’incontro sarà presieduto da Domenico Gramazio. Roberto Rosseti presenterà questa prima parte con la consegna dei premi, che verranno assegnati a Mario Castellacciper il cinema e il teatro; Giuseppe Marraper l’informazione; Annamaria Gravinoed Emanuele Merlinoper la narrativa; il Policlinico Casilino Reparto Maternità, per la Sanità; l’Ippoterapia del San Raffaeledi Viterbo, per la Sanità; La compagnia D’Anghetto, per lo Spettacolo; il sindacato Ugl, per il sindacalismo;-Edizioni “Il Borghese”, per l’editoria; Edizioni “Fergen” di Federico Gennaccari, per l’editoria; Andrea Pucci,per il giornalismo. I premi Caravella Tricolore alla memoria sono dedicati ad Altero Matteoli; Gaetano Rasi; Antonio Alibrandi; Simplicio Di Caterino; Domenico Gravina.

Serata d’onore in memoria di Mario Castellacci

 Dopo la consegna dei premi seguirà dalle 18 in poi una serata d’onore in memoria dell’indimenticabile Mario Castellacci, a 16 anni dalla sua scomparsaLo spettacolo sarà condotto da Roberto RossetiInterverranno Adalberto Baldoni e Gianfranco De Turris. Parteciperanno Pippo Franco, Maurizio MartufelloMichele Paulicelli, Rita Tomasetti GaldieriSharom Alessandri, Federico Nelli, Beniamino Presutti. Adattamento, selezione testi e regia: Raffaello Della Bonae Antonella Ambrosioni. Luci e suoni Roberto Borgheresi.

«Guerra, teatro, ironia»

Castellacci, coraggioso, anticonformista, geniale, poliedrico, aderì volontario a soli 19 anni alla Rsi. Nel dopoguerra fu tra i fondatori del Bagaglino assieme a Francesco Pingitore, Gianfranco Finaldi, Luciano Cirri, Piero Palumbo e Raffaello Della Bona. Lo spettacolo non ha intenti nostalgici, ma vuole  ristabilire alcune verità storiche attraverso la vita di Castellacci, che nel canzoniere “Viva l’Italia”e nel romanzo autobiografico “La memoria bruciata” ha raccontato con passione la sua scelta e quella dei suoi giovanissimi amici. I versi di “Vita l’Italia” saranno recitati da tre giovani attori che rievocheranno anche il clima in cui nacque la celebre canzone Le donne non ci vogliono più bene, scritta durante la militanza di Castellacci nella Repubblica Sociale e diventata la colonna sonora di una generazione che ha sfidato con orgoglio i pregiudizi diffusi. Filmati d’epoca, ricordi,  brani della celebre commedia musicale “Forza venite gente” completeranno la serata. 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica