Fanno sesso sul bus davanti a tutti: i carabinieri interrompono il “viaggio bollente”

martedì 27 novembre 13:36 - di Redazione

Stavolta il bus non è andato a fuoco, ma un incendio – di diverso tipo – è divampato lo stesso a bordo di un mezzo del trasporto pubblico capitolino: tra due giovani, infatti, la fiamma della passione è arsa senza ritegno, ed è divampata in tutto il suo potenziale esplosivo davanti a passeggeri e conducente a bordo del autobus trasformato in alcova di piacere tutt’altro che esclusiva…

Roma, sesso sul bus davanti ai passeggeri

Viaggio bollente sull’autobus 280 a Roma. E non perché il mezzo sia andato a fuoco, come già anticipato, ma perché due giovani passeggeri, reduci da una notte passata nei locali della zona Ostiense, hanno pensato bene di abbandonarsi alla passione travolgente che li ha colti – guarda caso – proprio mentre tornavano a casa. E così, verso le 6.30 di domenica mattina, a bordo del bus linea 280, un ragazzo di 17 anni romano e una ragazza di 28 anni di origini sarde che vive a Roma, si sono lasciati un po’ troppo andare, turbando e infastidendo i presenti sul mezzo. Dalle effusioni iniziali, i due sono passati a un rapporto sessuale vero e proprio, consumato “tranquillamente” davanti ad altri malcapitati passeggeri.

Il viaggio bollente interrotto dai carabinieri…

A quel punto, l’autista – che evidentemente fino a quel momento aveva sperato in una tempestiva interruzione delle effusioni, mai arrivata spontaneamente – ha provveduto a spegnere l’ardore incontrollabile dei due giovani chiamando il 112; e così, all’altezza della fermata di Lungotevere Marzio, sono intervenuti i carabinieri della pattuglia mobile di zona del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro, che, saliti a bordo, tra richiami all’ordine e modi sbrigativi, hanno gettato acqua su quel fuoco e, dopo aver invitato i due a ricomporsi, li hanno denunciati a piede libero per atti osceni in luogo pubblico.

Commenti
Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica