Devastata sede Ugl a Roma: atto vandalico o intimidazione?

giovedì 1 novembre 10:43 - di Redazione

«Esprimiamo tutto il nostro sconcerto per l’atto vandalico avvenuto nella sede zonale dell’Ugl Roma, guidata da Andrea Liburdi al quale va la nostra vicinanza, sede nella quale si offrono servizi e assistenza a lavoratrici e lavoratori, ai pensionati e in generale a coloro che si rivolgono al Caf». Lo dichiarano i Segretari dell’Ugl Roma e dell’Ugl Lazio, Ermenegildo Rossi e Armando Valiani, commentando quanto accaduto ieri notte nella sede del quartiere nomentano quando sconosciuti si sono introdotti all’interno spaccando serrande e vetri per poi mettere a soqquadro stanze e distruggere arredi.

La nota Ugl sull’episodio

«Il vile atto intimidatorio, sulla cui matrice al momento si possono fare soltanto supposizioni, ha turbato gli animi dei lavoratori, ai quali va la nostra solidarietà, – sottolineano Rossi e Valiani – ma non fermerà certamente l’attività sindacale della nostra sigla e le importanti iniziative che si stanno portando avanti non solo nell’interesse del mondo del lavoro ma anche dei cittadini del quartiere».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi