“Corona deve tornare un carcere”: è la richiesta del pg. Troppe risse e regole violate

lunedì 26 novembre 16:00 - di Redazione

La Procura generale di Milano ha chiesto che venga revocato l’affidamento terapeutico a Fabrizio Corona e che, dunque, l’ex re dei paparazzi torni in carcere a scontare la pena. In aula, da quanto si è saputo, l’Avvocato generale Nunzia Gatto, ‘numero due’ della Procura generale, ha ricostruito tutte le violazioni che Corona avrebbe commesso parlando anche delle sue ‘ospitate rissose’ in tv e mostrando nell’udienza di quasi 5 ore anche lo ‘scontro’ al ‘Gf vip’ con Ilary Blasi. I giudici sono in riserva. Dunque restano perennemente accesi i riflettori su Fabrizio Corona ora per i suoi flirt, ora per i suoi battibecchi, ora per i suoi guai giudiziari.

E le ultime notizie che lo riguardano rimandano proprio alle sue beghe giudiziarie. L’affidamento terapeutico provvisorio era stato concesso a Corona il 21 febbraio, quando era uscito di nuovo dal carcere dopo esserci tornato nell’autunno 2016. Per la Procura generale, che già l’1 marzo aveva chiesto la revoca, a Corona non può essere concesso l’affidamento terapeutico ‘definitivo’, come chiede la sua difesa (tra i legali Antonella Calcaterra), e gli va anche revocato quello provvisorio a partire da febbraio e, dunque, dovrebbe scontare di nuovo anche gli ultimi 9 mesi in carcere. Il pg Gatto nell’udienza a porte chiuse (anche Corona ha parlato in aula e poi se ne è andato dribblando i cronisti) ha elencato, una per una, tutte le violazioni delle prescrizioni che l’ex ‘fotografo dei vip’ avrebbe compiuto, soprattutto dopo l’udienza del giugno scorso, quando i giudici decisero di prendere tempo prima di decidere sulla conferma o meno dell’affidamento e fissarono la nuova udienza di oggi. E ciò oltre alle violazioni pregresse dopo la scarcerazione, come l’uso dei social che in quel periodo non gli era concesso. Per la Procura generale, poi, le partecipazioni continue con tanto di ‘risse’ in tv non possono rientrare nell’autorizzazione generale che lui ha a svolgere la sua attività lavorativa. Per questo il pg ha fatto vedere ai giudici il video dello scontro verbale in tv con la conduttrice del ‘Gf vip’ Ilary Blasi, oltre a un altro filmato in cui l’ex agente fotografico con alcuni amici in un locale tornava a prendersela con la moglie di Francesco Totti. In uno dei suoi ultimi scatti su Instagram, Corona si era mostrato con la maglia numero 10 di Totti e la didascalia: “Pronto per la battaglia”. In più, in aula è stato mostrato anche il filmato dell’ insulto che Corona ha rivolto al sostituto pg Maria Pia Gualtieri, dopo che il magistrato aveva chiesto di aumentare la condanna nel processo sui 2,6 milioni di euro in contanti. Infine, il pg ha elencato tutte le occasioni in cui l’ex ‘fotografo dei vip’ si sarebbe trovato in una città fuori dalla Lombardia senza avere l’autorizzazione dei giudici (agli atti mancherebbe anche quella per la sua presenza al ‘GF vip’).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica