Clandestini, diminuiscono le morti in mare: ora niente più propaganda…

domenica 18 novembre 10:42 - di Antonio Pannullo

Il governo gialloverde ha fatto diminuire le morti in mare. Sono i numeri che lo dimostrano, e non la propaganda politica. Il grande cavallo di battaglia di sinistra, chiesa, ong e affaristi vari, era appunto l’ecatombe presunta che si verificava in mare, peraltro  mentre i clandestini cercavano di raggiungere illegalmente l’Italia. Ora quest’arma non ce l’hanno più. Nella porzione di Mar Mediterraneo di competenza italiana i cadaveri di clandestini recuperati sonostati infatti  212 nel 2017 e 23 nel 2018. Lo riferiscono fonti del Viminale. I dispersi da gennaio a novembre 2017 (almeno secondo i dati Unhcr) risultano 3.111, di cui 2.872 nel Mediterraneo centrale. Nello stesso periodo del 2018 la stima è di 1.987 di cui 1.252 nel Mediterraneo centrale. In questo caso non è stato considerato il gruppo che risulta essere disperso dopo aver tentato di raggiungere la Sardegna dall’Algeria: alcuni testimoni parlano di almeno otto persone a bordo, oltre ai due corpi recuperati in mare. Le fonti di Viminale invitano però a fare attenzione: i dati dei dispersi non sono completamente verificabili, in quanto si tratta di stime basate anche su informazioni raccolte da operatori, testimoni e volontari e che possono presentare margini di errore o imprecisioni di varia natura. Sappiamo chele organizzazioni “caritatevoli”, che dispongono però di navi, droni e apparecchiature milionarie, spesso danno dei numeri al lotto, pur di conseguire i loro obiettivi. Intanto il ministro dell’Interno Matteo Salvini torna a parlare di immigrazione in Europa, e rischia di aprirsi un altro fronte: non solo Francia e non solo Claviere. Un’inchiesta giornalistica di SkyTg24 solleva il caso degli immigrati trasferiti in Italia anche dalla Svizzera. ”Approfondiremo la vicenda. Nessuno può permettersi di trattare il nostro Paese come il campo profughi dell’Europa: abbiamo rialzato la testa e non intendiamo abbassarla”, dice il ministro dell’Interno italiano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • pincottin de' pincottini 19 novembre 2018

    adesso muoiono molti di più in libia, dunque non raccontiamo balle

  • Giuseppe Tolu 18 novembre 2018

    Tutti quei morti in mare, prima di questo governo, sono sulla coscienza, ammesso che l’abbiano, dei comunisti e della chiesa. Signori giudici, fateci un pensierino! La tessera del PD non posso strapparla perché mai avuta, ma l’8 X 1000, ripeto ancora, mai più alla chiesa. Così sia!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica