Bruxelles, torna la paura: grida «Allah Akbar» e accoltella un agente alla gola

martedì 20 novembre 17:11 - di Redazione

Un poliziotto è stato accoltellato alla gola stamattina a Bruxelles, davanti ad un commissariato. L’agente, che non sarebbe in pericolo di vita, è stato aggredito da un 34enne pregiudicato che, secondo testimoni, avrebbe urlato “Allah Akbar”. L’aggressore nel 2014 era stato condannato per tentato omicidio in carcere. Mai, però, è stato arrestato per reati connessi al terrorismo. L’agente, Philippe Close, è stato accoltellato alle 5.30 di oggi, mentre rientrava dopo il turno notturno. L’aggressore è stato bloccato da altri due agenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica