Africano minaccia donna perché non lo vuole sposare: “Al mio Paese si fa così”

mercoledì 21 novembre 20:02 - di Redazione

Ennesimo episodio di violenza sulle donne da parte di un immigrati in Italia. La Polizia di Lucca ha arrestato un 29enne cittadino della Guinea, “rifugiato”, per stalking, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Gli atti persecutori sono stati commessi ai danni di una educatrice conosciuta durante le attività organizzate da un centro di accoglienza, nel centro storico di Lucca, e dal quale in seguito è stato allontanato a causa dei suoi atteggiamenti violenti e anti sociali. Il 29enne si era innamorato a tal punto che aveva deciso di sposare la donna non ammettendo il suo rifiuto. Più volte, infatti, aveva detto che, nel suo Paese, “l’uomo sceglie la donna, e lei non può rifiutarsi”. Da circa un anno, quindi, la perseguitava, senza usare violenza. Fino ad oggi, quando l’ha intercettata in un bar e l’ha stretta ad un braccio brandendo una pietra. I clienti del bar hanno aiutato la donna e chiamato il 113. Al loro arrivo gli agenti sono stati costretti ad affrontare fisicamente il profugo, che continuava a brandire la pietra. Arrestato per violenza al pubblico ufficiale, è stato processato per direttissima in tarda mattinata. Il giudice ha disposto per lui l’obbligo di firma e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • D'ANNA GIUSEPPE 22 novembre 2018

    IL SOLITO NEGRO SELVAGGIO,CHE IN ITALIA ,SI PUO’ PERMETTERE DI FARE DI TUTTO ! ! ! !PRENDERLO EINSEGNARGLI CHE CERTE COSE NON SI POSSONO FARE ,NO?????NO,PERCHE’ ABBIAMO UNA SERIE DI GENTAGLIA,BRUTTA GENTE ANTIITALIANA,CHE TI DENUNCEREBBE ANCORA !! MA ANCHE A COSTORO,APPLICHEREI UN SISTEMA DURO,PERCHE’ QUESTE CARIATIDI UMANE HANNO DISTRUTTO IL PAESE ! !

  • Bob 22 novembre 2018

    rompetegli le ossa e ributtatelo a mare…

  • bunga bunga 21 novembre 2018

    E NOI TI DIAMO UN SACCO DI BOTTE E POI TI RISPEDIAMO IN AFRICA E TU NON PUOI
    RIFIUTARTI . AL NOSTRO PAESE SI FA’ COSI’ . . . !

  • Mauro 21 novembre 2018

    Sicuramente questo soggetto adempira a quanto stabilito dal giudice. Poi si griderà allo scandalo quando in barba al disposto ci si ritroverà a piangere l’ennesima vittima

  • Angela 21 novembre 2018

    Espulsione subito!!!

  • Caesar 21 novembre 2018

    Quindi secondo questa “risorsa” per conquistare una donna basta un bastone.
    Ma perchè non va a corteggiare la la Sboldrina?

  • Caesar 21 novembre 2018

    “… obbligo di firma e il divieto di avvicinamento ..”
    L’espulsione non è contemplata?!

  • Giuseppe Tolu 21 novembre 2018

    E vattene al tuo paese testa di copertone

  • 21 novembre 2018

    Ma che mente primitiva, un uomo da caverna!!!Fuori da Italia!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica