Di Maio e la stampa, Berlusconi: «Siamo all’anticamera della dittatura»

domenica 11 novembre 12:04 - di Redazione

“Se si continua così, siamo davvero  all’anticamera di una dittatura…”. Ne è convinto Silvio Berlusconi,  parlando degli attacchi alla stampa di Luigi Di Maio. Il leader di Forza Italia ritiene anche che si per giungere nuovamente il momento del centrodestra al governo. “Sono convinto che questo governo non  potrà durare cinque anni, la Lega si accorgerà presto di non poter  tradire il programma del centrodestra presentato ai nostri elettori.  Questo governo cadrà e allora ci saranno due possibilità. La prima: un mandato al centrodestra che trovi i voti neccessari in parlamento per  formare una maggioranza, oppure si andrà a nuove elezioni”. Berluscon i lo ha detto  a margine del congresso nazionale dei giovani di FI, in corso a Roma.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • stefano 14 novembre 2018

    silvio dati una calmata e fa politica vera altrimenti perdi quei pochi voti che ti sono rimasti,ma nessuno ti consiglia di far vedere tajani il i meno possibile in tv eri un dio per certe cose

  • Enrico 12 novembre 2018

    Berlusconi ha totalmente ragione. La Lega ha un futuro che, malgrado gli strepiti e strilli di Salvini, se continua così non sarà per niente radioso: la manifestazione di Torino è un chiaro avvertimento. Purtroppo l’ambizione, non supportata da necessaria competenza, può fare grossi danni: la realtà non si cura delle irrisioni che gli incompetenti sparano per autodifesa.

  • Leo Grellede 12 novembre 2018

    È sotto ricatto della Magistratura. Se non fa il reggicoda del PD lo inquisiscono ancora per “tentativo di trombata virtuale” che conierebbero per lui. Chi lo conosce sa che mente. È una parte. È spiace vederlo ridotto così. Pensasse a “ciulare”. Meglio per noi è per lui

  • Leoluca 12 novembre 2018

    Infatti si nota dalle sue TV oltre che dalla stampa di proprietà, CHI non è allineato o non si allinea,VIA ! E giorno e notte, al pasto e fuori pasto, Mediaset ci propina la crociata anti giallo-verde ed i volti bocciati dagli italiani, con tempi e modi che subissano i governativi e mai una voce extra, che appoggi quest’ultimi !

  • Antonio 12 novembre 2018

    Ha già rovinato tutto una volta. Adesso torna da capo in più è diventato amico di quegli alieni sinistrati. Non che i 5star siano il massimo. . Sosteniamo Salvini che ha il coraggio di fare quello che tutti vorrebbero contro i nuovi dittatori lussemburghesi.

  • Maurizio Turoli 12 novembre 2018

    Se cade questo governo (e cadra per volonta superiori) non ci saranno né nuove elezioni nè mandti al centro destra,
    Arriverà (ed ntro Natale arriverà) Cottarelli, novello Monti, don i suoi bravi techici.
    Addio sogni di gloria.
    Tra cinque anni sarà tutto diverso.
    Saremo più tassati, sudditi dell’Europa dei poteri forti, che vinceranno leelezioni, non illudiamici, in virtù della restaurazioni italiana.

  • Fabio 12 novembre 2018

    Secondo il mio punto di vista un uomo come Berlusconi che , tutto è diventato oro puro nelle sue mani , sa bene cosa dice e cosa potrebbe succedere e sempre con il mio pensiero noto e lo notiamo tutti che , Salvini prende sempre più consensi e questo perché ? Perché è schietto , deciso al 100 % , ha una linea chiara e questi uomini servono all’Italia , L’Italia copre ed ha una produzione del 70% per tutto il fabbisogno europeo quindi non possiamo permetterci di fare gli stupidi , servono uomini con le balle e non simpatizzanti della sinistra rivoluzionaria per continuare nel fare chiacchere !!

  • 11 novembre 2018

    Bene bene cavaliere si balla tutta notte bunga bunga bunga party nights in Sardegna e si invita anche ex operatori del KGB. E viva il bonga bonga!!!!!

  • Angela 11 novembre 2018

    Che sciocchezze dice il Cavaliere!

  • marco bianchi 11 novembre 2018

    Lui il limite della decenza l’ha superato da tempo.

  • florio 11 novembre 2018

    La lega dovrà prestare particolare attenzione a questo pericoloso personaggio. Con il dio denaro si può comprare di tutto e fare di tutto ! Si possono costruire e falsificare prove per distruggere i nemici e far fuori gli avversari! L’esperienza insegna! Allo stato attuale il movimento, e penso anche in futuro, potrà fare affidamento solo su questa coalizione. E questo succederà anche se si dovesse tornare alle urne! La maggioranza della popolazione non potrebbe, dico mai digerire, un’alleanza con le attuali formazioni all’opposizione! Del resto sono e saranno per sempre ricordate come le uniche responsabili degli enormi danni cagionati nel tempo alla collettività, in termine di sicurezza, economia, giustizia, relazioni diplomatiche. Non si può più, anzi non si deve portare in nessun caso l’orologio del paese indietro, anche perchè la società non lo permetterebbe! E’ necessario procedere sulla strada intrapresa, andare avanti e senza guardare indietro, il fascino del caimano, allettante, diabolico, è sempre li, in agguato, pronto a sortire nuove vittime! Provare per credere!!

  • Pino1° 11 novembre 2018

    Il buon vino, quando invecchia bene, è garantito che diventa strepitosamente buono !
    Se non è nato schietto, buono, non è invecchiato in buone botti di rovere, se in cantina
    il cantiniere non lo ha curato con amore può divenire un beveraggio, inquinato, pericoloso!
    Va dato atto a Berlusconi d’avere CONTRASTATO DA SOLO con la sua squadra manager-
    legali e con i suoi miliardi di lire un paese allo sbando dopo i costanti continui colpi d’ariete
    inferti da una magistratura nebulosa alla democrazia dell’epoca ! Il compagno ”G” fece
    silenziosa barriera consentendo a magistratura ormai nota nei suoi mille colori arcobaleno
    ma tendenti tutti a sfumature rosse d’infliggere, ricordo, oltre trecento verifiche ispettive della
    guardia di finanza alle aziende berlusconi . Ora, passata è la tempesta ? Nessuno lo sa, ma
    certamente, l’anziano indomito cavalcatore ha perso saldezza su sella e staffe e nella
    assemblea di partito appena tenuta in un piccolo accogliente teatro non aveva davanti a se
    nemmeno un quarto delle poltrone occupate. Comunque sia ”onore all’antico merito”.

    • Paolo 12 novembre 2018

      È l’unico commento accettabile. Pino1° ha ragione. E al”G” ,so io che cisa gli farei…….!!!!!!!!

    Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica