Meloni: «Commissione Ue incapace, ma la causa del governo poteva essere più nobile»

martedì 23 ottobre 20:25 - di Mariano Folgori

Gli eurocrati di Bruxelles non hanno titolo per giudicare i conti italiani, ma la battaglia contro il potere Ue valeva una causa più nobile che il reddito di cittadinanza presente nella manovra.È questo in sintesi il commento di Giorgia Meloni alla bocciatura della Commissione di Bruxelles del documento programmatico presentato dal governo italiano.  «La Commissione – scrive il presidente di Fratelli d’Italia su Facebook – che ha bocciato la manovra italiana è un esaminatore incapace, già bocciato senza appello dalla storia, dai popoli europei e anche dai dati dell’economia. Il suo giudizio vale meno di un euro bucato. Ma la guerra contro le regole europee avrebbe meritato una causa più nobile e più utile che non il maggiore deficit per aumentare il mostro della spesa pubblica. Se il governo vuole veramente sfidare il sistema si faccia bocciare la manovra perché riduce le tasse e costruisce infrastrutture, non per il reddito di cittadinanza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • carla 26 ottobre 2018

    D’accordo con la Sig.ra Meloni

  • Giacomo Puliatti 25 ottobre 2018

    Buonasera a tutti. Signora Meloni, desidero esporle il mio pensiero che, in fin dei conti è assimilabile a quello degli altri. Credo che i burocrati dell’UE si stanno rendendo conto che il nostro Governo è intenzionato a sfidarli con il nostro DPF e che è inutile chiedere di rispedire entro 3 settimane il documento rivisto e corretto. Se la loro intenzione è quella di fare muro contro muro, questa volta hanno trovato pane per i loro denti. Ma mi proccupo un pochino quando vedo che altri politici che credevamo amici, ci hanno voltato la faccia.Ora, se proprio alla fine dei conti, si dovrà rivedere il DPF, i nostri RAGAZZI saranno degli eroi nazionali perchè saranno costretti a cedere davanti ai ricatti e alle minacce. Naturalmente tutto questo sarà poi presentato come conto alle prossime votazioni europee.Spero soltanto che il prezzo che pagheremo, sia proporzionale al risultato finale. Buonanotte a tutti e… SOGNI D’ORO!!!!

  • Giovanni Acquaviva 25 ottobre 2018

    Cara Giorgia, tu hai tutte le ragioni del mondo a criticare questa scelta, ma non puoi ignorare, ne’ dimenticare che, fino a prova contraria (cioè nuove elezioni), i grillini, agitando come bandiera proprio il reddito di cittadinanza, hanno preso il doppio di voti rispetto alla Lega e 10 volte tanto rispetto a Fratelli d’Italia. Quindi, fino a nuove elezioni, dobbiamo abbozzare, anche perché qualsiasi alternativa a questo governo sarebbe molto peggiore per tutti noi.

  • giuseppe abbruzzese 25 ottobre 2018

    ….. si certamente, nella Commissione Europea soo stati collocati TESTE DI ZUCCHE che non capiscono un “Cavolo”. Simili Teste di Zucca si trovano presso la BCE, FMI, OCSE, Corte dei Conti, Ragioneria dello Stato, Banca d`Italia, ecc. ecc. Tutti i “sapientoni” invece sono sempre pronti a fare critica su cose ed andamenti dei quali, quando va bene, capiscono NULLA.

  • mario salvatore manca di villahermosa 25 ottobre 2018

    – Che ci sta a fare a Bruxelles la statuetta del “De Manneken Pis”?
    – Per rovesciare la sua pipí sulle capocce delle teste di cavolo della UE.

  • Mauro Garlaschelli 25 ottobre 2018

    …Cara Giorgia Meloni…sono totalmente d’accordi con la Tua Analisi…perfetta come al solito perché sei una GRANDE POLITICA…ma sono totalmente in disaccordo con la Tua Sintesi…ed è per questo che…dopo aver votato 20a fi e 5a per FdI…d’ora in poi voterò LEGA… per aiutare Salvini nel Suo sforzo di dare un Governo che aiuti noi ITALIANI… Contro le putride d***** ita g liane che ci hanno ?governato? Questi ultimi 7a…

  • paolo mario Pieraccini 25 ottobre 2018

    Brava Meloni,questo si chiama parlar chiaro.Il reddito di cittadinanza l’Italia al momento non se lo può permettere,Salvini obtorto collo ha dovuto accettare,speriamo bene.

  • Brigante nero 25 ottobre 2018

    Ok sono d’accordo ma dobbiamo aiutare anche chi si trova per svariati motivi in situazioni di disagio.

  • antonio 25 ottobre 2018

    l’Italia deve andare avanti e svegliare i paesi e tutte quelle teste che sono intimorite e soffocate dalla paura che si deve pensare di uscire da questo sistema comandato a bacchetta detto europa , tanti hanno il terrore ma bisogna uscirne ….

  • NOEURO 25 ottobre 2018

    Senza tanti pipponi…CAUSA NOBILE è uscire dalla UR od almeno dall SEBC…..!!! Giorgia devi dirlooo

  • Carlo Cervini 25 ottobre 2018

    Tranquilli………….quando la ciofeca euro arriverà a 1,00/1,05 sul Dollaro, allora i cretini della Commissione i cui Paesi hanno venduto per anni i loro BTP a tasso zero o addirittura negativo, crolleranno al tappeto…………con lo spreed alto e gli interessi al 2/3,5% per anni hanno speculato contro di noi schiacciati dal fisco e dagli interessi pagati a loro, distruggendo il nostro ceto medio e i risparmi privati; adesso devono pagare il conto………………..ma il danno enorme è stato fatto e non si recupererà mai più.

  • Ben Frank 25 ottobre 2018

    Mi scusi, signora Meloni, ma il dare a cittadini italiani non abbienti e/o disoccupati un reddito minimo, affinché non finiscano a dormire in srada, di fronte ai “ressorts” che “ospitano” clandestini, non è forse una nobile causa? O crede anche lei alla balla dei meridionali distesi sul divano, che incasseranno senza fare un c**o?

  • Del Mondo Raffaele 24 ottobre 2018

    Cara Giorgia. Analisi lucidissima. Coraggio Adda passa a nuttata

  • Laura Prosperini 24 ottobre 2018

    entrambe le cose!!!!
    un intervento significativo e capace dello Stato “grandi opere” ed “opere strategiche” che danno lavoro e quindi aumento della domanda interna ed inoltre donano più sicurezza e valore alla nostra Nazione, chi invece non riesce, comunque, a trovare un lavoro può avvalersi del reddito di cittadinanza contribuendo, così, anche lui all’aumento della domanda interna
    e, secondo me, oltre a queste due manovre (grandi opere e reddito di cittadinanza cioè lavoro e quasi lavoro) bisogna vedere di migliorare la potenziale “propenzione al consume” anche dei pensionati
    ricambiando il metodo di calcolo da contributivo si torni al retributivo!!!
    così i pensionati possono essere quasi soddisfatti di lasciare, dopo tantissimi anni, il lavoro alle nuove generazioni e aiutare, attraverso consumi maggiori, anche il Pil Nazionale.
    Le tasse vengono subito dopo, specialmente quelle per le persone fisiche (possibile che i dipendenti pubblici o privati) debbano pagare di più degli imprenditori (compresi quelli grandi che esportano decine di milioni in svizzera o nei paradisi fiscali???.

  • Angela 24 ottobre 2018

    Gli italiani hanno dovuto sopportare,nel governo precedente di vedere milioni di euro dati alle banche,altri milioni di euro per gli immigrati e altri milioni di euro dati per finanziare Bruxelles,ora che c’è un governo che destina i soldi agli italiani per aiutarli anche a cercare lavoro ecco che i politici italiani e stranieri si lamentano…Eh no cara Meloni,i il benessere degli Italiani dovrebbe essere alla base della vostra missione politica e finalmente c’è un governo che ha pensato prima al Paese e poi penserà a tutto il resto.

    • RICCARDO AMARA 25 ottobre 2018

      Hai detto bene … purtroppo la maggioranza dei nostri politici sarebbero più addetti alla pulizia cessi

  • Pino1° 23 ottobre 2018

    Impossibile non essere totalmente d’accordo con L’On. Meloni, ma capita nella vita d’avere come compagni di strada i nipotini di stalin camuffati.

    • Daniele 25 ottobre 2018

      Pienamente d’accordo……

    • Pompeo 25 ottobre 2018

      Il reddito di cittadinanza è la più orripilante mancia elettorale e agli italiani che hanno la schiena dritta interessano posti di lavoro giustamente retribuiti piuttosto che mance elettorali schiavizzanti e non dignitose!!!

    In evidenza

    contatore di accessi