Juncker deride gli italiani, ira Meloni: «Vergognoso. Sciacquati la bocca» (video)

giovedì 25 ottobre 10:13 - di Augusta Cesari

«Juncker deride l’Italia durante l’ultima conferenza stampa del Consiglio d’Europa, con risate dal pubblico di sottofondo. Jean-Claude, quando parli dell’Italia sciacquati la bocca… e possibilmente non con il vino». Irata, Giorgia Meloni ha postato un video vergognoso sull’atteggiamento di Juncker verso l’Italia. «L’Italia è l’Italia» dichiara Jean-Claude Juncker durante l’ultima conferenza stampa del Consiglio d’Europa. Seguono risatine vergognose di sottofondo. Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ne video afferma: «L’Italia ha avuto la capacità di spendere 30 miliardi in più negli ultimi tre anni. Siamo stati… molto disponibili, gentili e fiduciosi con l’Italia… Perché l’Italia è l’Italia». Seguono risate, che in qualche modo Juncker ha suscutato e assecondato veicolando ancora una volta l’immagine di un’Italia “scialona”. Tutto ciò da un pulpito come il Lussemburgo…».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Bignash 28 ottobre 2018

    Ma come, una volta ci si affidava ai giudizi dei leader esteri per valutare la credibilita ed il valore dei nostri rappresentanti ed ora la regola non vale piu.Cerchiamo di chiarirci le idee ragazzi

  • Vincenzo 28 ottobre 2018

    Eh… effetti della sciatica da Tavernello. E ormai contagia anche i suoi accoliti.

  • antonio 27 ottobre 2018

    teniamo duro … la va a pochi mesi.. (forse anche per il suo fegato)

  • Giacomo Puliatti 26 ottobre 2018

    Ma si può sapere che birra beve? Certo, che per essere un alcolizzato del caz.. ne beve parecchia!!!

  • Giacomo Puliatti 26 ottobre 2018

    Ubriaco o meno questo dimostra quanto odio hanno accumulato nei confronti della nostra Patria. Si può dire benissimo che la PIOVRA non è solo italiana ma questi che credono di comandare, se ne sono fatti una ragione di vita e fino a quando saranno al potere, povera ITALIA!!!! ci daranno addosso nei modi più sporchi possibile: Si può capire, dai loro commenti sul nostro GOVERNO, perchè le borse, le agenzie varie che promuovono o bocciano a loro piacere, e tanti politici seduti su comode poltrone, giudicano uno STATO SOVRANO!!! ma meno male che questa volta i nostri RAGAZZI non ci faranno mettere i piedi in faccia da nessuno!!!!!e, sapete cosa dobbiamo gridare ” VIVA L’ITALIA !!!” Ciaoooooo!!!!

  • Giovanni Marchetta 26 ottobre 2018

    Caro emerito s*****, sciacquati un po’ la bocca con dell’acido muriatico prima di fare del sarcasmo all’Italia. La realtà è che questa pseudo Europa, o meglio associazione di matti e delinquenti ha come scopo di ridurre l’Italia come la Grecia. Con i servi zerbini dei governi precedenti ci stavano riuscendo, spero che il governo attuale, che ha già mostrato gli artigli . sia in grado a quietare qualche residua idea di Francia e Germania di tagliarci fuori come gli ellenici.

  • Attila 26 ottobre 2018

    Una volta mi chiesero di definire le parole ” SCHIUMA DELLA TERRA ” oggi lo saprei indicare… Juncker … o schiuma di una birra scadente !

  • vittorio 26 ottobre 2018

    qualche deputato europeo italiano gli regali una bottiglia di aceto di barolo, lucida i denti e pulisce la lingua

    • Renzo Baldo 26 ottobre 2018

      Vittorio, aceto di Barolo? Ma sei matto? ACIDO SOLFORICO puro, per questo idiota ubriacone.

  • Sabino Gallo 26 ottobre 2018

    Quelle risatine sono stupide ! Ma non ne mancano neppure dall’altra parte ! Le “risatine” ,in politica, sono ridicole ed il loro effetto non è gradevole ! I Popoli “sovrani” o “sudditi” devono imparare a scegliere meglio i loro rappresentanti politici ! Attenzione alle definizioni dei “popoli” ed alle loro “volontà dettate dalle “emozioni del momento” ! Le “emozioni popolari” non sono “denocrazia” ! Esse sono quasi sempre sollecitate da coloro che dovrebbero controllarle e moderare ! Tutti i politici di grande livello dovrebbero usare con molta prudenza le emozioni di qualsiasi natura. La politica ha bisogno di “freddezza razionale” . Tutti sanno o dovrebbero sapere che molte tragedie sono provocate proprio dall’entusiasmo temporaneo ed ingiustificato del “popolo
    democratico” non governato dalla ragione! Ma quando arrivano le tragedie, il “popolo sovrano” se la cava sempre come….”innocente” ! Attenzione, attenzione ! Non sempre la “democrazia” è DEMOCRAZIA ! E “quelli” che la inventarono ne erano ben consapevoli !

  • alberto 26 ottobre 2018

    Ma sarà possibile che “grappetta” parli ancora e con lui “zanzarici”? Questi due, assieme al “destroide pdidiota” taj(ijyijyij..)iani sono governativi della UE? Peccato che i pdidioti che hanno le soluzioni per tutto, siano ora all’opposizione!

  • giorgio 26 ottobre 2018

    il Lussemburgo, uno degli Stati definiti da tempo Stati canaglia, cassaforte dei danari degli evasori fiscali, codesto individuo non merita alcun commento, si commenta da sé stante anche il “vizietto” della cospicua tracannata, ma merita un’azione decisa e concreta, questo si’.

  • Maurizio Pierleoni 26 ottobre 2018

    Penso che più che ridurre il confronto ad un scambio di offese personali ,si debba agire con diplomazia e fermezza. Non si può dare del beone a chicchessià. Io avrei risposto con deferenza alle provocazioni dei vari commissari UE,ma avrei detto che avrei tenuto in massima considerazione quanto suggeritoci e dopo un esame attento avrei applicato alla nostra manovra tutto quanto fosse stato nell’interesse del popolo italiano.CIOE’ NULLA o quasi di quello suggeritoci spiegando anche il perchè.Io non so bene dove ci porteranno le politiche economiche messe in atto ma avrei fatto debito solo per investimenti pubblici che si devono trasformare in appalti dai prezzi controllati e con lavoro per i cittadini italiani che da questo lavoro avrebbero ottenuto la dignità. La vera dignità che è il LAVORO.Ma il discorso è lungo,periglioso e non voglio tediare nessuno. Buona vita a tutti

  • RICCARDO AMARA 26 ottobre 2018

    Inquini e puzzi come un Diesel

  • rino 26 ottobre 2018

    I nostri grandi statisti della sinistra, a partire da Prodi, non si sono accorti in quale Europa volevamo entrare? Non si sono accorti degli accordi intercorsi da anni tra Francia e Germania? Volevano legare il loro nome alla entrata dell’Italia nella EU, ma lo hanno legato anche alla distruzione di questa nazione. Qualcuno ha decretato che l’Ialia doveva finire al 150° anno e ha organizzato il golpe contro il governo Berlusconi, che ha avuto la colpa di non essersi opposto e lasciandocii nelle mani dell’aguzzinio Monti. E’ stata una grande tristezza vedere la fine di quelli che dovevano essere i festeggiamenti per l’unità d’Italia del 2011. Da lì è cominciato tutto: mare Nostrum e l’immigrazione incontrollata, l’invasione dei nomadi e Mafia Capitale, un paese deriso e maltrattato, sotto ricatto delle banche straniere che ha davanti a sé la prospettiva da paese sudamericano,

    • Giuseppe Forconi 27 ottobre 2018

      Chiedo scusa Mr. Rino, non me ne voglia, ma Prodi non era tra i grandi statisti della sinistra, e’ solamente stato il grande manovratore della distruzione italiana, voluto dalle sinistre, chiaramente con un incredibile gruzzolo sottratto notte tempo dai nostri conti bancari, denaro ormai al sicuro nello stesso paese dello sbronza Juncker , tra bastardi si capiscono ( un bel panino con la mortadella e due bei bicchierozzi di rosso ). Ecco come sono finiti i 150 dell’unita’ d’Italia. Mi permetta, Garibaldi disse…. ” Mio Re l’Italia e’ fatta ” purtroppo si dimenticarono di fare gli italiani. Cordialmente, Pino.

  • Lisetta Serra 26 ottobre 2018

    Questo é un “uomo” che fa male all’Europa. Un razzista alcolizzato. Un nulla che verrà asfaltato a maggio. Non se ne può più di gentaglia così.

    • Giuseppe Forconi 27 ottobre 2018

      Ce lo auguriamo tutti, ma attenzione a chi ha dietro le spalle, un imbecille tale non sparla a caso se non ha le spalle coperte, da gente o da denaro. Tipo Soros ???? O tutta le sinistre ???? O la stessa Germania ???? Ad ogni modo, si dice che l’unione fa la forza, pertanto vedremo cosa succedera’ a Maggio.

  • alberto del caldo 26 ottobre 2018

    Questo modo di trattare l’Italia è figlio dell’atteggiamento prono e supino cui in questi anni i governi targati PD si sono relazionati con la UE, incapaci di difendere i nostri interessi nazionali (al punto che l’allora Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina non seppe nemmeno difendere il nome del Tocai friulano dalle pretese ungheresi) ma capacissimi di dire di sì a qualunque richiesta provenisse da Bruxelles ai danni, ovviamente, dei cittadini italiani. Spero che questo Governo non si faccia intimidire e prosegua sulla sua strada se non altro perchè se dovessimo piegarci per l’ennesima volta ai diktat della Commissione potremmo per il futuro fare benissimo a meno di andare a votare.

  • Carlo Cervini 26 ottobre 2018

    E’ troppo facile deridere gli italiani, cara Giorgia, per darti un’idea di come siamo caduti in basso…….le Poste Italiane emettono un francobollo per commemorare il centenario della vittoria del 4 Novembre 1918, ebbene l’immagine è un Tempio votivo semisconosciuto; ora può andar bene per Ognissanti o per un nuovo Santo, ma per commemorare l’unica vittoria importante e decisiva nella storia d’Italia è veramente un’offesa per i vivi e per i morti. Sarà mai possibile vedere licenziati in tronco coloro che sono responsabili di un tale scempio ?

  • Ben Frank 26 ottobre 2018

    Sciacquarsi la bocca? Ma il beone d’Europa lo fa già più volte al giorno! A colazione con il Gin, apranzo con il Rum, invece del thè alle cinque c`’è cognac e infine, a cena, pasteggia a vodka!

  • Claudia 25 ottobre 2018

    Forse è vero che l’italia di oggi non è il massim, grazie a anni di politici ladri, ma abbiamo prodotto Leonardo da Vinci, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio e potrei andate avanti all’infinito, il Lussemburgo che ha fatto oltre che custodire i soldi di evasori vari ?

  • Laura Prosperini 25 ottobre 2018

    ma junk-er è ormai un…alcolizzato
    non è mai sobrio…possibile?
    ma non lo curano?

    • Giuseppe Forconi 26 ottobre 2018

      NO !!! fino a quando ricevera’ sussidi dall’incartapecorito di soros non smettera’ di vomitare…post sbornie… sull’Italia.

  • marco 25 ottobre 2018

    La ue è notoriamente guidata da dementi,marionette di paesi furbi.Non si rendono conto che,nella situazione finanziaria attuale, possono buttar giù la pallina che diventa valanga e che si porta dietro ue e mondo.Non siamo né la Grecia né l’Argentina.

  • bruno 25 ottobre 2018

    Non vedo l’ora che questi parassiti burocrati si cavino da due passi (manca poco a maggio) dite a questo signore che l’Italia è vero è sempre l’Italia ma che se vogliono vedere un paese bello,ricco pieno di sole pieno di cultura,gastonomia ottima e VINO BUONO devono venire in Italia non nel Lussemburgo o altro paese “nordico” la colpa di questo attegiamento e di odio nei nostri confronti è che fino ad oggi la politica si sinistra ha inculcato a tutti che siamo un paese di sciagurati ,pronti a dire sempre di si,ad abbassare le brache.Oggi trovano un pò più di duro e non sono abituati e a questo punto mi vine da pensare che hanno PAURA dell’Italia.

    • Anita serao 26 ottobre 2018

      Bravo! Hai fatto Bingooo! Sono perfettamente d’accordo!

  • Giuseppe Tolu 25 ottobre 2018

    Ormai è all’ultimo stadio. Lui deride gli italiani? Ma qualcuno gli dice cosa pensa di lui tutta l’Europa? Junker, tu non fai ridere, al solo vederti c’è da piangere. Meno male subito si vota. E meno male c’è della censura in questo giornale, altro che risate avresti sentito.

  • ANGELO AIAZZI 25 ottobre 2018

    e te sei imbreaco da mattina a sera …

  • In evidenza