Il pronipote di Hitler: «Mi piace molto la Merkel. Trump è un bugiardo…»

martedì 9 ottobre 13:41 - di Alessandra Danieli

«La cancelliera Merkel? Una persona intelligente e capace». Trump? «Non mi piace, è un bugiardo». A parlare, in un’intervista esclusiva mondiale alla Bild, è il pronipote di Adolf Hitler, Alexander Stuart-Houston. Scovato dai “seguci” del New York Times, dopo decenni trascorsi a nascondersi con la sua famiglia, il 68enne discendente del Fuhrer, che vive in una villetta a Long Island, non aveva mai rilasciato dichiarazioni alla stampa. Lo ha fatto per la prima volta con Timo Lokoschat della Bild rispondendo a domande di attualità politica con giudizi inaspettati e tranchant.

Il pronipote di Hitler: Trump è un bugiardo

Dopo gli apprezzamenti per la cancelliera tedesca, anche sulla politica dell’immigrazione, il pronipote di Hitler, nonostante sia un fedele elettorale repubblicano come i suoi fratelli, ha commentato con durezza l’operato del presidente Usa. «L’ultima persona di cui si può pensare che io abbia ammirazione è Trump, mi disturba il suo modo di fare. E semplicemente a me non piacciono i bugiardi», ha tagliato corto il più anziano discendente del capo nazista che la Bild descrive come somigliante all’attore Bruno Ganz nella Caduta, la pellicola del 2004 dedicata agli ultimi giorni di Hitler. Suo padre era William Patrick, nipote per il quale zio Adolf non aveva mai avuto simpatia. Nel 1930 William si rifugia con la moglie Phyllis negli Stati Uniti cambiandosi nel 1946 il cognome in «Hiller», diventato poi Stuart-Houston, il nome tuttora utilizzato da Alexander e dai fratelli.Per decenni la famiglia è riescita a nascondersi nell’anonimato finché alla villetta a schiera di Alexander non ha bussato alla porta un reporter ficcanaso della Bild.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza