Il Pd pensa a un altro suicidio: candida Rula Jebreal alle Europee

domenica 21 ottobre 20:26 - di Alberto Consoli

Suicidio in diretta dalla Leopolda. Connubio perfetto. Ricordate Rula Jebreal, la giornalista cara alla sinistra buonista, l’eroina dei talk show, da Santoro in poi, sempre pronta  a dire una parola buona su migranti e rom e a suscitare sbotti di rabbia a tanti telespettatori? Della serie: se c’è la Jebreal, cambi canale. Aveva detto di “non tornare più in Italia perché è un Paese razzista”. L’abbiamo invece ritrovata alla Leopolda  per farsi intervistare da Matteo Renzi. Che evidentemente non ne ha abbastanza e medita un altro suicidio, in termini di consensi. Perché la Jebreal ha confessato di voler fare politica molto presto: “In questo momento sento il dovere morale di dare qualcosa indietro a questo Paese che mi ha dato tanto”. Renzi si è gettato a capofitto in questo abbraccio “mortale”: “E allora – ha aggiunto Renzi – visto che fra qualche mese si vota, cara Rula non finisce qua”. Ecco.

Raramente si ricordano prese di posizioni tanto lontane dalla logica del sentire comune. Della Jebreal si ricordano duetti infuocati con Giorgia Meloni, ricordiamo quando definì Nicola Porro “uomo bianco sessista”, insomma, dire che è irritante quando parla a nome della Bocca della Verità è dire poco. La Meloni la bachettò così ai tempi dei fatti di Macerata:  “Mancava solo l’ex moglie dell’ereditiere Goldman Sachs che da Miami spiega alle periferie italiane che l’immigrazione incontrollata non sia un problema. Vabbè…”. La risposta della Meloni arrivava dopo le parole della Jebreal che aveva commentato così l’aggressione di Luca Traini: “L’atto terroristico di #Macerata è l’applicazione pratica della propaganda fascista della destra Italiana che incita all’odio contro gli stranieri & istiga alla violenza contro tutti gli altri. Tutto sotto la bandiera ideologica della ‘razza pura'”. Da quale pulpito parlava. L’ex marito della giornalista è Rula Arthur Altshul, il figlio di uno dei partner della Goldman Sachs. Il matrimonio con la Jebreal fnì nel 2016. Ora è pronta al “matrimonio” col Pd.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gian Franco Gorrini 23 ottobre 2018

    arabi al governo italiano,,

  • G.Erman 22 ottobre 2018

    Al PD non piacciono gli italiani. Fate circolare la voce

  • Giuseppe Tolu 21 ottobre 2018

    Hanno intenzione di fare un governo europeo composto da africani, che balordi! La batosta che prenderanno a maggio piacerà pure a loro, ne vedremo delle belle

  • Claudia 21 ottobre 2018

    Bravo Renzi continua così , candida questa, la Boschi la Boldrini e anche chi è di sinistra cambierà voto

  • In evidenza