Firenze, litiga coi vicini per il troppo rumore e poi spara a padre e figlio

domenica 21 ottobre 18:09 - di Fortunata Cerri

Litiga coi vicini e poi spara a padre e figlio. Il duplice omicidio è avvenuto a Sesto Fiorentino, alle porte di Firenze. Padre e figlio sono stati uccisi a colpi di pistola da un vicino di casa: non sopportava il rumore provocato dai lavori di ristrutturazione dell’abitazione dei vicini.  L’autore del delitto, un 53enne, è stato arrestato dai carabinieri. La strage familiare è avvenuta in via dei Grilli. L’uomo aveva una pistola regolarmente denunciata.

Litiga coi vicini, il duplice omicidio

I carabinieri sono intervenuti perché alcuni residenti si erano allarmati per aver sentito dei colpi di pistola. Una vicina di casa, inoltre, ha raccontato di aver visto la sagoma di un corpo, riverso a terra. I militari hanno rinvenuto così i corpi di padre e figlio, rispettivamente di 66 anni e 31 anni. I militari hanno rintracciato poco distante anche l’autore del duplice omicidio. L’assassinio, è emerso dalla ricostruzione dei carabinieri, è avvenuto per contrasti tra vicini. Da qualche tempo il 53enne non sopportava i rumori causati dai lavori di ristrutturazione della casa colonica adiacente. Secondo quanto accertato dai carabinieri, non risultano pregresse denunce o segnalazioni di liti tra le parti presentate alle forze di polizia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza