Di Maio attacca Tajani. Ma Gasparri: «Da uno così non accettiamo lezioni»

lunedì 15 ottobre 17:54 - di Redazione

Antonio Tajani fa le pulci alla manovra economica, esortando il governo a non isolarsi dai partner europei e Luigi Di Maio ricambia il favore rispondendogli a muso duro che l’«unico isolato» è proprio il presidente dell’Europarlamento nonché numero due di Forza Italia e, per giunta «dal resto del mondo». Il doppio tonfo elettorale degli europeisti in Baviera e in Lussemburgo fa dire al capo del M5S che Tajani «fa parte di una maggioranza politica che in Italia è scomparsa il 4 marzo e che a maggio sparirà anche dall’Europa». Infine, la stoccata finale: «Tajani pensi a fare il presidente del Parlamento europeo per i pochi mesi che rimangono e la smetta di condurre una battaglia contro gli interessi dell‘Italia dalla sua poltrona di Bruxelles».

Botta e risposta su Europa e manovra

A difesa del presidente del Parlamento europeo interviene Maurizio Gasparri, anch’egli di Forza Italia: «Le lezioncine da un autentico somaro come Di Maio attacca -, che fa il vicepremier senza sapere nemmeno a quale regione appartengano le province italiane e senza conoscere il congiuntivo, vanno respinte al mittente. Tajani – ricorda l’ex-ministro – è stato eletto più volte dai cittadini italiani all’Europarlamento ed è stato eletto da una maggioranza di centrodestra a presidente dell’assemblea, in alternativa alla sinistra». Morale: «Di Maio è un personaggio ridicolo, che svolge un ruolo spropositato per le sue limitate capacità».

L’ex-ministro: «Tajani e FI non tifano per lo spread»

Gasparri ha quindi rivendicato a merito del centrodestra guidato da Silvio Berlusconi l’aver denunciato «per primo» gli errori della politica europea «sottolineando gli errori di un’austerità senza prospettive». Fu questo il motivo, prosegue, per cui «pagammo un duro prezzo». L’ex-ministro ha infine contestato che Tajani e il suo partito “tifino” per lo spread: «Noi – è la sua conclusione – amiamo l’Italia e tifiamo l’Italia, ci chiamiamo Forza Italia, sono altri che hanno sfruttato spread e speculatori per mettere in difficoltà il centrodestra. Se Di Maio sapesse leggere, gli basterebbe guardare i testi che firmò Beppe Grillo a suo tempo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • M.Carmela 17 ottobre 2018

    Gasparri,la consapevolezza che ormai siete alle cozze fa venire fuori tutto il vostro veleno e la vostra cattiveria!!!Fi e Pd hanno distrutto l’Italia non facendo niente per i problemi del paese mentre erano al governo, adesso che siete all’opposizione non sapete neanche farla perché o inveite o sparate cazzate!!!L’opposizione se non è costruttiva è solo vuota polemica perché!!!Incomincia a guardare al futuro e cerca di fare seriamente qualcosa,per i ladri ed i corrotti sono tempi bui!!!!!!

  • Mauro 17 ottobre 2018

    Ormai siete finiti, come era logico che fosse; Il popolo finalmente si è svegliato e voi di cdx e di cds un po alla volta sarete sbattuti a lavorare. Inoltre siete fortunati che al governo ci sia Di Maio e Salvini, ci fossi io gli immigrati farebbero veramente le valigie per tornarsene a casa, i vs. amici e parenti con vitalizio o avrebbero la minima se in carenza di contributi altrimenti avrebbero max 5.000,00 euro mensili come tutti gli altri pensionati. Ringraziate che Salvini e Di Maio siano cosi buoni. Per il resto mi sembra che gli altri commentatori abbiano detto già tutto. E ricorda proprio tu che hai avuto la sfacciataggine di tradire tutti gli idesli di destra, se solo mun piccolo arrivista.

  • Alessandro Bernasconi 16 ottobre 2018

    Mi spiace per Gasparri. Era un buon politico, si è arreso anche lui al potere dei forti.??? Vedremo quanto. Forti.

  • concetta 16 ottobre 2018

    caro , carissimo!!!!!!Gasparri.
    Voi che parlate così bene l’italiano e usate in maniera propria il congiuntivo ne avete fatto di bene al paese: si al papà sicuramente che lanciava le start-up per far aderire gli studi televisivi (i suoi) e sottrarre in maniera……lecita oltre 50 milioni di euro dalle casse dello Stato. Avete creato lavoro? si per voi e i vostri raccomandati, mentre i soliti che si arrabattavano per un posto di lavoro si son trovati non l’assunzione a tempo indeterminato, bensì un co.co.pro. voluto e sostenuto da voi. e le start-up che fine hanno fatto? in giro ne vedo veramente pochine.
    non voglio continuare altrimenti mi viene un coccolone per la rabbia e non ho nemmeno i soldi per pagare le spese mediche.
    Grazie di cuore

  • Ben Frank 16 ottobre 2018

    Tradotto dal linguaggio del bojardo poltronaro: noi due, i massoni tajani e gasparri, non prendiamo lezioni da uno, Di Maio, che non è neppure affiliato alla camorra… Chiacchierone, dove eri quando bruciarono vivi i fratelli Mattei, ammazzarono Mantakas, Ciavatta, Bigonzetti, Cecchetti, Di Nella, Zicchieri e tanti altri vennero uccisi? Eri già in loggia a prepararti la carriera? Badogliano e voltagabbana!

  • Agostino Ginevra 16 ottobre 2018

    Per mia scelta non mi sono mai candidato a nessuna poltrona politica, ma questo non vuol dire che non ne mastico e forse il non avere fatto politica attiva non mi fa comprendere il perché si debba essere ineducati , per dirla in maniera gentile, nei riguardi dei colleghi di cui non si condividono le idee. Vorrei ricordare che i problemi dell’Italia non sono nati oggi ma sono vecchi di decine e decine di anni e questo il Senatore Gasparri lo sa benissimo visto che dal 1970 lui fa politica attiva e dal 1992 ad oggi ha fatto prima il Deputato , il Ministro e poi il Senatore , quindi ben 26 anni di prima linea nelle scelte politiche italiane. Il fatto che il Ministro Di Maio sbaglia spesso il congiuntivo credo che lo renda più simpatico, del resto non è un problema di cultura, ma penso di “abitudine” (infatti il Senatore e il Ministro hanno tutti e due la Maturità Classica). Non credo che gli italiani alle prossime lezioni “puniranno” il Ministro non votandolo perché sbaglia il congiuntivo, mi auguro che il nostro Parlamento e il Senato abbia più giovani con idee chiare che sapranno battere i pugni sui tavoli giusti ,nazionali e internazionali, piuttosto che “esperti” della “cosa pubblica” che in Italia urlano e fuori dall’Italia fanno i “Yes Man” e che hanno portato il nostro Paese ad essere conosciuto come il “Paese del sole e della pizza”. Mi aspetto che politici di lungo corso abbiano più rispetto per i loro “colleghi” in quanto i commenti che vengono fatti sui giornali e in televisione, vengono letti e ascoltati anche fuori dall’Italia e certamente non facciamo una bella figura. Si devono fare commenti sui “contenuti” perché è una caduta di stile non rispettare e non comportarsi educatamente con i propri colleghi.

  • NOEURO 16 ottobre 2018

    NO NO !!! Tajano non tifa spread…lo fa aumentare

  • Pasqualino 16 ottobre 2018

    Da quale pulpito viene la predica………. Gasparri e compari, scomparite che è meglio.

  • sergio la terza 16 ottobre 2018

    Poveri illusi ed ignoranti

  • Carlo 16 ottobre 2018

    Gasparri se Di Maio non e’ titolato a parlare tu lo sei ancora meno,inutile politico di quel poco che resta del tuo partito.

  • ADRIANO AGOSTINI 16 ottobre 2018

    Gasparri anche tu hai fatto il tuo tempo. Lascia stare, non fare come Casini che vuole a tutti i costi restare aggrappato alla poltrona…

  • Pino1° 16 ottobre 2018

    Tajani ? Gasparri ? Forza Italia ? L’abbiamo visto tutti chi siete alla prova dei fatti ! Con la forchetta ci sapete fare benissimo se si tratta dei vostri interessi ma per il popolo, oltre ad un’altisonante messe di parole… che ca..volo avete combinato realmente !!!!!!????????

  • Angela 16 ottobre 2018

    Ha ragione Di Maio.

    • sergio la terza 16 ottobre 2018

      nelle mutande……

    In evidenza