A Ladispoli una piazza intitolata ad Almirante: l’Anpi minaccia il putiferio

venerdì 19 ottobre 19:51 - di Carmine Crocco

Ladispoli avrà una piazza intitolata a Giorgio Almirante. Da settimane gli antifascisti in servizio permanente effettivo, con l’Anpi in testa, hanno scatenato la bufera. Domenica 21 ottobre si ritroveranno in una piazza della cittadina laziale per protestare. L’Anpi sponsorizza la manifestazione pubblicando sulla sua pagina Facebook  il manifesto dell’iniziativa. A corredo questo bellicoso post: «Siamo cittadine e cittadini liberi, associati, appartenenti a partiti politici ed istituzioni e abbiamo scelto di riunirci in un comitato per dire: “No a Piazza Almirante a Ladispoli”. Nella vita si può scegliere di raccontare e vivere molte storie ma quella di Piazza Almirante a Ladispoli è decisamente una storia sbagliata».

L’antefatto risale al 17 luglio scorso, quando ila Consiglio comunale di Ladispoli approva la mozione presentata dal consigliere di FdI, Giovanni Ardita. Apriti cielo. La sinistra s’infuria, il Pd grida “vergogna”, gli antifascisti doc si mobilitano, tanto che il primo agosto nasce già  il comitato “No a Piazza Almirante a Ladispoli”.  La furia degli “indignados” sfocerà appunto nella manifestazione di dopodomani. È il solito triste rituale che abbiamo visto rappresentato anche in altre città italiane ogni volta che è stata proposta l’intitolazione di una via o di una piazza allo storico leader del Msi. Ma tutto lascia pensare che stavolta gli antifascisti continueranno a subire ulteriori travasi di bile.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • carlo 20 ottobre 2018

    Correggo Stalin uccise venti milioni di russi non ventimila scusatemi c e un po di diversità eppure n Italia si può usare il pugno chiuso e al bando il saluto romano bella democrazia

    • Emanuela 24 ottobre 2018

      Vogliamo parlare di Palmiro Togliatti, carnefice insieme a Tito di noi Italiani, che in tutti i paesi e città Italiane ha strade e piazze ?

  • carlo 20 ottobre 2018

    E una vergogna che ci sono vie dedicate a Togliatti delfino di un criminale come Stalin e anche a Gramsci via non devono esistere vie dedicati a comunisti in unione sovietica comunista Stalin uccise più di ventimila persone un criminale comunista bisogna rricordarlo a quellindel PD partito che sta scomparendo piano piano anche se si riunisce alla Leopolda con pochi nostalgici del comunismo partito della morte chiedete lo agli stati ex patto di Varsavia o dell Ungheria invasa dai carri sovietici meditate sul pd

  • carlo 20 ottobre 2018

    Molto bene una via a un grande come Almirante l ANPI e un associazione ridicola

  • Franco Cipolla 20 ottobre 2018

    Associazione Nazionale Pdioti Italiani ha molto da fare sopratutto rompere i cosidetti. Cambiare i nomi delle strade a tutte quelle che portano il nome di comunisti di m..da e non. Questa e’ parita’ di diritti.

  • G.Erman 20 ottobre 2018

    Eccola la rovina dell’Italia, fondata sull’odio e non sul lavoro: la partigianeria, che in questo ridicolo paese rappresenta un merito e non un demerito.

  • Giuseppe Tolu 20 ottobre 2018

    Fate scomparire l’anpi, e il più in fretta possibile

  • Matteo 20 ottobre 2018

    Cominciate con il togliere le vie e le piazze dedicate ai dittatori rossi e ai comunisti nostrani a cominciare dal togliatti

  • Giuseppe Forconi 20 ottobre 2018

    Perdonatemi l’ira incotrollabile….. ma avete mai provato a mandare affanc…tutti sti stron…. ed imbecilli dell’anpi ed inetti compagni????????

  • romanista 62 20 ottobre 2018

    Sono fondamentalmente apolitico, ma leggo, valuto, osservo. Credo che in Italia sia difficile che a chi è stato fedele al fascismo prima e dopo la seconda guerra mondiale non si può intitolare una strada. Lo scrivo sul Secolo d’Italia che leggo volentieri, approvando molto ma non tutto delle lotte della destra.

  • In evidenza