A Venezia è caccia ai vandali che hanno imbrattato piazza San Marco

sabato 29 settembre 16:17 - di Penelope Corrado

Un gruppo di vandali ha deturpato con vernice rossa uno dei due “Leoncini” posti nell’omonima piazzetta a fianco della Basilica di San Marco a Venezia. La scoperta è stata fatta all’alba da alcuni residenti, che hanno avvertito la polizia locale del fatto. Le due statue sono posizionate ai vertici del rialzo della piazzetta dove c’è una vera da pozzo, e rappresentano leoni accovacciati. Sono una tra le principali attrazioni della piazza, spesso “cavalcate” da turisti e soprattutto dai bambini. Furono realizzate da Giovanni Bonazza nel 1722, in marmo rosso di Cottanello.

Il raid vandalico alle 4 di mattina

A essere imbrattata è stata la statua posta a sinistra della piazzetta. La vernice – forse spray – appare sui due occhi e sul collo del “leoncino”. Secondo quanto riferito dal comandante della Polizia locale di Venezia, Marco Agostini, sulla base delle riprese della videosorveglianza è stato accertato che il vandalismo è stato compiuto alle ore 3.58. Indagini sono in corso sugli autori del gesto.

Il sindaco di Venezia: “Troveremo i responsabili”

«Al lavoro con le Forze dell’ordine per identificare 2 uomini e 2 donne che alle 4.00 di stanotte hanno imbrattato i Leoncini a San Marco e lasciato una scia di scritte a Venezia. Troviamoli per punirli e metterli a ripulire la città davanti a tutti!». Così in un tweet il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino1° 30 settembre 2018

    Un capolavoro infinito di storia ed opere arte in continuo come a venezia e poche altre città non deve essere ‘coperto’ solamente dal sistema video ! Cercare dopo, vuol dire che i danni sono stati fatti.
    Questo è un compito che va assolto dalla municipale con un servizio stabile di ronda h24 nella piazza anche, nelle ore notturne, magari facendo affiancare una pattuglia con volontari della protezione civile!

  • Pino 1° 30 settembre 2018

    Un capolavoro infinito di storia ed opere arte in continuo come a venezia e poche altre città non deve essere ‘coperto’ solamente dal sistema video ! Cercare dopo, vuol dire che i danni sono stati fatti.
    Questo è un compito che va assolto dalla municipale con un servizio stabile di ronda h24 nella piazza anche, nelle ore notturne, magari facendo affiancare una pattuglia con volontari della protezione civile!

  • In evidenza

    contatore di accessi