Vauro si fa “odiare” anche da Travaglio: la vignetta sul “Fatto” è una beffa

sabato 29 settembre 14:46 - di Federica Argento

vignetta-di-vauro-fb

Il vignettista comunista Vauro Sanesi autore di vignette sgradevoli e insultanti contro Salvini, Berlusconi, Casellati e molti altri suoi “nemici”,  ha di norma usato la satira – o presunta tale- come una clave per offendere senza ritegno. Oggi riesce a far arrabbiare anche il suo  direttore Marco Travaglio che non può avere preso bene questa vignetta in cui ridicolizza  “la manovra del popolo”, come è stata ribatezzata da Di Maio e dal governo tutto. A ridere, la vignetta fa ridere. Ma fa ridere di più prefigurare l’espressione di Travglio, fa ridere il fatto di come si faccia beffa di colui che in questi giorni è impegnato in tutti i talk show a difendere il governo dagli attacchi per la manovra economica. Suo malgrado Travaglio si trova persino costretto a difendere tutto il governo, Salvini compreso. Il che conoscendo Travaglio non è facile. Giornatacce per lui.

Vauro fa lo sgambetto a Travaglio

Trovarsi un “nemico ” in casa non deve essere stato il massimo per il direttore del Fatto. Del resto, censurare Vauro non sarebbe bello, dunque, non gli resta che tenersi la provocazione. Il reddito di cittadinanza, voluto con forza dal ministro Luigi Di Maio non convince il vignettista che nella striscia disegna un ragazzino che chiede al padre: “Papà, siamo ancora poveri?” e si sente rispondere: “Sì, ma adesso ci pagano per esserlo”. Anche a Vauro il fatto che la manovra tenti di redistribuire un po’ di denari tra gente dimenticata dalla sinistra frega poco o nulla, evidentemente. Oppure pensa che sia ancora troppo poco, chissà.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Comichetto 3 ottobre 2018

    il m5s ha abolito la povertà… chiediamo anche l’abolizione del conflitto di interessi e del cattivo tempo…

  • Max Gorenje 2 ottobre 2018

    fascisti di m…….arzapane

  • Giuseppe Tolu 29 settembre 2018

    Squallido e vergognoso personaggio!

  • Carlo Begliuomini 29 settembre 2018

    Vauro un povero idiota, non vuole rassegnarsi, non ha capito che il comunismo è estinto.

  • In evidenza

    contatore di accessi