Toti ci prova: Forza Italia e FdI si uniscano alle europee. Meloni: non se ne parla

venerdì 7 settembre 13:38 - di Redazione

Il centrodestra discute sul futuro della coalizione. A scatenare il dibattito stavolta è stata la proposta di Giovanni Toti di dar vita a una ”seconda gamba” formata da Fi-Fdi e cattolici per correre uniti alle prossime europee. Se non è possibile fare un partito unico con la Lega, il governatore ligure immagina un’alternativa e dalle colonne de ‘La Stampa‘ lancia l’idea di fondere il partito azzurro con quello di Giorgia Meloni e puntare all’elettorato moderato per creare un nuovo soggetto politico da affiancare al Carroccio salviniano. ”Se la Lega in questo momento non vuole o non se la sente di rinunciare al suo nome e alla collaborazione con i Cinquestelle -sottolinea il presidente della Regione Liguria- allora bisognerà mettere in piedi qualcos’altro. Un qualcosa che già prepari il terreno per il futuro governo comune non appena, spero tra non troppo tempo, ne matureranno le condizioni”. Il progetto di Toti viene bocciato da Meloni: ”Noi, per rifondare il centrodestra, lavoriamo a una crescita di FdI, anche aprendolo a nuove sensibilità, per renderlo un partito sempre più forte, che insieme alla Lega porti il nuovo centrodestra a vincere e governare senza bisogno di M5S o del Pd”. ”Ma -avverte la leader di FdI- non c’è alcuna possibilità di una fusione tra noi e Fi. Su troppi temi, dalla sovranità nazionale al rapporto con l’Europa, le nostre posizioni sono spesso non convergenti, e l’esperienza di una fusione a freddo tra partiti diversi è fallita anni fa e non avrebbe senso riproporla”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sharimo 7 settembre 2018

    Toti,da persona intelligente qual’e’,dovrebbe sapere che la Meloni si atteggia a grande Partito,dimenticando che e’ talmente microscopico che basta un soffio di vento a portarselo via!

    • Paolo 7 settembre 2018

      mi spiace dirlo ,mai vedrai che chi si scioglierà saranno quelli che oggi si professano grandi ,noi partiamo da una percentuale raddoppiata alle ultime elezioni ,in molte amministrazioni siamo la seconda forza e in comuni ci sono sindaci di FdI ,comuni da 70 anni guidati dalla sinistra ed ora vedi Cinisello Balsamo ecc ecc

  • Laura Prosperini 7 settembre 2018

    ben detto
    basta cerchiobottismi
    programma forte, chiaro, di destra (vera) e di tradizione (che non vanta più nessun altro partito)

  • 7 settembre 2018

    Ma andate in inferno!!!i cattolici in politica???avete perso propio la mente!!! Italia deve, deve dichiarare indipendenza da questa infame Europa!! La Sovranità Italiana e la vera soluzione, incominciate a arrestare i giudici che non fanno il loro dovere, il dovere di proteggere gli Italiani, no tutti questi criminali stranieri e Italiani…fate vergogna nel mondo della logica!!!

  • In evidenza

    contatore di accessi