«Sono musulmano, faccio quello che voglio»: ed è vero. Gambiano arrestato e liberato in 24h

domenica 9 settembre 11:17 - di Martino Della Costa

La notizia rimbalza dalle edizioni locali dei quotidiani alle home dei giornali in vetrina nazionale: eppure, chissà perché, non sorprende pur indignando all’ennesima potenza e scuotendo l’opinione pubblica sempre più avvezza – ahinoi – a episodi come quello che stiamo per raccontare ma, al tempo stesso, sempre meno incline a tollerarli e  disposta a giustificarli… La vicenda, dunque, ha al suo centro un immigrato gambiano, arrestato per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale ma tornato a piede libero appena 24ore dopo il fermo, determinato (e forse incoraggiato dalla sua esperienza) a irridere per la beffa appena messa a segno cittadini e forze dell’ordine…

Immigrato gambiano arrestato e liberato in sole 24 ore

Una violenza nel comportamento e un’arroganza finanche verbalizzata a chiare lettere non sono bastate ad arginare e fermare, almeno per un po’, l’irruenza e la tracotanza di un immigrato gambiano 38enne fermato il giorno prima per spaccio di droga e resistenza a pubblico ufficiale – in realtà una vera e propria reazione violenta degenerata in colluttazione con gli agenti che lo hanno intercettato –  e tornato a piede libero appena il giorno dopo: proprio così, a sole 24 ore dall’arresto per i reati appena elencati e a lui addebitati. Lo straniero, infatti,come riporta il sito de il Giornale che alla vicenda dedica ampio spazio, «è tornato nei giardini Morandi di Senigallia dove era stato arrestato e si è messo a urlare: “Sono musulmano, faccio quello che voglio”». Una reazione davvero difficile da mandare giù e recepita come al limite dell’inverosimile per essre mandata giù: e invece è tutto vero…

Lo straniero, tornato a piede libero, va a farsi beffa degli agenti

A quel punto, come riferisce sempre il quotidiano milanese diretto da Alessandro Sallusti, «i carabinieri hanno perquisito l’agriturismo Brignoni di Ostra Vetere, in provincia di Ancona, che lo ospitava e hanno trasmesso gli atti al Prefetto affinché venisse rigettata la richiesta di asilo. E proprio quando gli agenti non hanno trovato nulla, l’immigrato ha alzato al cielo medio e indice in segno di vittoria». Il danno e la beffa, eppure ancora non è finita. Lo straniero, infatti, non ancora abbastanza soddisfatto di quanto da lui provocato e accaduto, si è precipitato ai Bagni Marco e Virgilio sul lungomare Marconi dove – come spiega ancora il Giornale, «il giorno prima era avvenuta una colluttazione con i carabinieri che lo avevano arrestato», e ha cominciato a urlare a chiunque fosse nelle vicinanze: «Sono quello di ieri, quello con i carabinieri. Sono libero, Dio è stato buono con me perché sono musulmano e posso fare quello che voglio». E in effetti, si è rivelato proprio così, tristemente vero…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • flavio 12 settembre 2018

    Secondo me non sono magistrati, perchè un magistrato dovrebbe tutelare, la persona, invece tutela il delinquente: Ma non bastano quelli di casa nostra dobbiamo subire anche questa sporcizia, che viene da fuori dall’ ITALIA . Chi difende questa sporcizia, sono soltanto dei RINNEGATI del proprio paese.

  • Zulian Diana 10 settembre 2018

    Vi ricordate la campionessa di colore di lancio di non so che, alla quale era stato tirato un uovo nell’occhio? Hanno iniziato a urlare che era tuta colpa di Salvini che seminava l’odio razziale. Com’è finita poi? Ah sì. Il colpevole era il figlio di un consigliere del PD.
    Vi ricordate della nave Diciotti e della processione di dementi solidali coi clandestini e di tutte le accuse dei peggiori peccati del mondo lanciate a Salvini che ora è pure indagato? Com’è finita poi? Ah sì. Circa 50 dei poveracci sono fuggiti e non si sa più dove siano ora.
    Per concludere. Non vi pare che ci sia qualcuno che è stanco di questa farsa e che un passo alla volta sistema le cose? Io ho fede.

  • Gigino 10 settembre 2018

    Vorrei conoscere le motivazioni del rilascio dei delinquenti, non solo stranieri, sorpresi in flagranza di reato, con l’aggravante della resistenza a pubblico ufficiale. In un paese civile se vieni condannato anche a 10 giorni te li fai di galera o lavori socialmente utili. Le carceri sono sovraffollate? Bene costruiscano altre. Non ne possiamo più.

    • marco 10 settembre 2018

      veramente le carceri s mandassimo fuori dalle scatole e nei loro paesi i nostri immigrati delinquenti saremmo a posto. ma i comunisti non vogliono. mettere fuori legge il comunismo no??? se non torna zio Benito le cose a posto non le mette piu nessuno, purtroppo.magistratura rossa giudici rossi ed ora anche nelle forze armate troppi coglioni rossi.

  • Vittorio Papadial 10 settembre 2018

    Manganellate a volontà e galera dura !

  • Giuseppe Forconi 10 settembre 2018

    Piangere sul bagnato il vecchio detto. Con i giudici di oggi ( tutti lecca cu…. della boldrini, di renzi,
    di Gentiloni e altri meravigliosi esponenti di questo accrocco di comunisti ) non si poptra’ di certo uscirne, salvo che…… ( l’unione fa la forza ) si possano cambiare le carte in tavola. Sperare, non si sa’ mai.

  • Laura Prosperini 10 settembre 2018

    va riformata la giustizia
    che è, in questo caso 8e nei moltissimi altri uguali) profondamente ingiusta
    tanto da generare in questi poco avvezzi disperati l’idea che
    siccome sono Musulmani e Dio è con loro e noi siamo tutti infedeli
    alla fine Dio li premia perchè non è reati rubare, ferire, stuprare o uccidere gli infedeli.
    Capito a che livello siamo???
    Ma anche i negrieri, quelli che vogliono, per soldi e profitti, questa situazione di …fango… non si rende conto del rischio?
    o guardano solo a

  • Francesco Desalvo 10 settembre 2018

    Occorrerebbe pubblicare il nome del giudice che lo ha rimesso in libertà.

  • Angela 10 settembre 2018

    Povera Italia e poveri Italiani!in che mani siamo caduti,mi auguro che Salvini faccia il ripulisti che ci ha promesso in campagna elettorale (anche se i sinistri nel governo attuale si mettono di traverso)ossia mandare a casa questi immigrati, maleducati e arroganti che abbiamo in “casa”per colpa del governo precedente è che tanti danni ha fatto riempiendoci i di gentaglia con mentalità oscurantista.

  • amerigo 10 settembre 2018

    Magistratura antitaliana. . . e basta!

  • Mauro 10 settembre 2018

    Colpa dei giudici o delle leggi? Direi di tutte e due e del ministro che dovrebbe muovere il c*** ed aggiustare queste ingiustizie.

  • Andrea 10 settembre 2018

    Liberato in 24h indovinate un po da chi !? dai soliti ovviamente … Se ci andassi io a spacciare o un italiano qualunque e mi beccano buttano via la chiave subito. Infatti il 99% dei spacciatori di strada sono immigrati.

  • FAUSTO 10 settembre 2018

    ci stanno prendendo per i fondelli, cornuti e mazziati. Basta. mettiamoli su di un barcone e portiamoli al largo gli immigrati, i magistrati loro sostenitori ed i politici tutti

    • Paola 11 settembre 2018

      OTTIMA soluzione, caro Fausto!!!!

  • Silvia 10 settembre 2018

    Non capisco certe decisioni dei magistrati!!!!!

  • paolo 10 settembre 2018

    Fino a quando non cambieranno questa magistratura sarà così

  • Roberto 10 settembre 2018

    W SALVINI…ma mollasse i 5 stelle!

  • Lisetta Serra 10 settembre 2018

    Io penso che possa bastare anche solo questo comportamento a rimandarlo nel suo paese d’origine senza ulteriori indugi. Chi sbeffeggia il nostro paese e le nostre leggi se ne deve andare subito senza se e senza ma.

  • Angelo 10 settembre 2018

    Arrestarli è inutile e costoso, la soluzione è eliminarli !

  • Aldo Barbaro 10 settembre 2018

    In Italia non esiste la certezza e la tempestività della Giustizia. Di chi è la colpa ???????

  • giovanna 10 settembre 2018

    Questo succede solo in Italia.

  • meccads 9 settembre 2018

    la colpa e’ di chi poirta la divisa…….da ex…meglio che la chiuda qui….

  • Franco Cipolla 9 settembre 2018

    Io so musurmano e nessuno me po’ tocca’, me l’ha detto allah. Pure si stupro, rubbo, meno e nun pago er bijetto, nun me fanno gnente, io so protetto. E poi li cristiani nun so fratelli, mica credeno a maometto , percio co sta gente tutto e’ permesso e chi nun lo fa e’ proprio fesso.
    Pero’ sta destra che’ e’ razzista nun e’ mica scema come la sinistra, co loro devi sta in campana perche’ c’hanno fatto tana e si continua questo andazzo prima o poi s’attaccamo ar c…zo!!!

  • Pino1° 9 settembre 2018

    Il ministro della giustizia (debolino, non ha los cocones) dovrebbe fare la proposta su cambiamento leggi di questo settore….hahahah mi sembra di vederle le risate del mattacchione e dei deputati magistrati…..

  • gioa 9 settembre 2018

    molto bene, anzi benissimo ! Grazie al pd al vaticano, l’importante è che i migranti stiano tutti bene, tutto il resto non ha importanza.

    • Pietro 9 settembre 2018

      E’ una vergogna, un lassismo senza pari. La cosa assurda dei sinistrati radical chic buonisti è che non si rendono conto che questo modus operandi, oltre che continuare a selezionare malfattori di importazione, contribuisce a rendere ancora più diffidente i cittadini Italiani, mettendo in serio pericolo il diritto all’accoglienza dignitosa di quei pochi che realmente ne avrebbero urgente necessità.

  • roberto 9 settembre 2018

    faccia quello che ha fatto….al proprio paesello….e vedrete come lo conciano per le feste….altro che i sedicenti giudici italiani

  • Andrea 9 settembre 2018

    Lui non centra !! i responsabili sono italiani !!! TUTTI italiani TUTTI . La democrazia non funziona, lo abbiamo visto benissimo. Provoca solo il proliferare di furbetti che si prendono tutto e affama i deboli e i malati. L’unico governo che funzionarebbe è solo quello ormai lontano che puniva i-traditori.

  • In evidenza

    contatore di accessi