Si vantano in Rete del pestaggio di un 15enne. Indagati 2 minorenni (video)

sabato 29 settembre 18:55 - di Carlo Marini

La Polizia di Stato di Udine ha individuato i responsabili minorenni di un pestaggio avvenuto nei confronti di un coetaneo. I fatti risalgono alla notte del 15 luglio quando, a Lignano, un ragazzo che si era momentaneamente allontanato dal gruppo con cui stava trascorrendo la serata, è stato avvicinato da due coetanei, picchiato selvaggiamente e derubato di 100 euro. Parte dell’aggressione è stata ripresa da uno dei responsabili e il video è stato poi condiviso sui social. La Squadra Mobile di Udine, venuta a conoscenza dell’esistenza del video, ha avviato le indagini che hanno permesso di individuare sia la vittima che gli aggressori. La vittima, a seguito del pestaggio, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico.

Una sequenza del pestaggio postato sui Social

Una immagine del pestaggio postato sui Social

Ascolta l’audio choc del pestaggio del ragazzino

I due baby criminali hanno orgogliosamente postato sui Social la loro malefatta, come documenta il quotidiano Il Messaggero Veneto, che ha riportato l’audio choc del pestaggio. Si sentono distintamente le minacce degli aguzzini e i lamenti di dolore della vittima. «Ti vuoi far male? Allora dammi il tuo telefono e tuoi soldi. Ti uccido. Il tuo telefono e i tuoi soldi, muoviti». Il giovane ferito ha riportato lesioni con una prognosi iniziale di 30 giorni. In seguito è stato sottoposto a un intervento chirurgico alla mandibola. Nella mattinata di venerdì 28 settembre, i due responsabili, residenti in provincia di Udine, sono stati formalmente indagati per il pestaggio e, su delega dell’Autorità giudiziaria, anche perquisiti, con il supporto della polizia postale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi