«Si avvisano i gentili borseggiatori che…»: post ironico di un autista di autobus

sabato 1 settembre 11:55 - di Adriana De Conto

L’ironia ci salverà? Il post ironico di un autista di autobus di Napoli sta facendo il giro del web. Se il senso dell’umorismo aiuta a combattere la microcriminalità quotidiana. «Si avvisano i gentili borseggiatori e gli abusivi di Marechiaro, Stadera, Mugnano, etc. che la linea R2 è temporaneamente sospesa. Stiamo lavorando affinché il disagio possa essere risolto nel minor tempo possibile». Chiedere scusa ai borseggiatori che dovranno osservare un turno di riposo è il senso dl post che l’autista dell’Azienda Napoletana Mobilità di Napoli e sindacalista dell’Usb, Adolfo Vallini, ha pubblicato su Fb, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e l’azienda sulla vicenda dei borseggiatori sui bus che, malgrado l’introduzione della videosorveglianza sui mezzi, continua ad affliggere i viaggiatori. La singolare iniziativa dell’autista- che dietro l’ironia nasconde lo sfogo – al quale oltre allo spirito critico non manca il dono dell’umorismo, è stata segnalata dal Corriere del Mezzogiorno. «Due anni affiggemmo degli avvisi in italiano e inglese a bordo: “Attenzione, borseggiatori al lavoro”. Ancora nulla è stato fatto per risolvere il problema». Esasperato Vallini punta il dito anche contro gli abusivi che, dice, « stanno facendo affari dopo l’introduzione delle maggiorazioni per l’acquisto dei biglietti a bordo. Non era meglio installare biglietterie automatizzate?». L’ironia di Vallini è purtroppo solo un antidoto all’ odisssea quotidiana che gli utenti vivono sugli autobus in ogni città. L’esasperazione non cessa e i commenti sul profilo Fb del conducente sono divertiti, ma anche esasperati per una situazione che non si vuole risolvere con controlli efficaci e punizioni certe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Angela 2 settembre 2018

    Che tristezza! Ormai l’esasperazione si risolve con un biglietto ironico,ben sapendo che non si risolverà nulla,e ai poveri cittadini che pagano le tasse allo stato anche per essere difesi,non resterà altro che sopportare e continuare a farsi borseggiare.

  • Brigante nero 2 settembre 2018

    Se la scopa scopa male c’è il manico da cambiare.

  • Alessandro Caroli 2 settembre 2018

    E cosa si aspettano dal sindaco dei migrant? Che non dico risolva (non è capace), ma perlomeno si faccia carico di problemi di questo tipo in modo da cercare chi possa dare una risposta? Siamo seri, via…

  • Francesco Ciccarelli 1 settembre 2018

    Non si tratta solo d’ironia: l’invito cortese serve a evitare eventuali denunce dai borseggiatori, visto il precedente del capotreno licenziato!

  • In evidenza

    contatore di accessi