Salvini: “42 migranti della Diciotti mi denunciano? Per me sono medaglie”

giovedì 13 settembre 15:14 - di Redazione

Quarantadue migranti che erano a bordo della nave Diciotti sono pronti a costituirsi parte civile in un eventuale processo a carico del ministro degli Interni Matteo Salvini. A renderlo noto i rappresentanti di Baobab Experience in una conferenza stampa a Roma. “I migranti hanno presentato delega ai legali che collaborano con Baobab per valutare se ci sono gli estremi per costituirsi parte civile al processo penale e per una denuncia civile per detenzione illegittima a bordo della nave” ha spiegato Giovanna Cavallo, Responsabile del Team Legale Baobab Experience. Baobab è la stessa organizzazione che ha aiutato i migranti della Diciotti a lasciare il centro Caritas di Rocca di Papa.

La notizia è stata così commentata da Matteo Salvini: “42 presunti profughi pronti a denunciarmi. Per me sono altre 42 medaglie! La pacchia è finita!”. Salvini ha anche fornito alcuni dati sugli sbarchi: “I dati aggiornati a questa mattina sull’immigrazione ci dicono che l’anno scorso di questi tempi ne erano sbarcati già più di 100mila, quest’anno che abbiamo fatto capire che la musica è cambiata, siamo fermi a 20mila, 80 mila persone in meno da mantenere in giro per la Puglia e per l’Italia”, ha detto il ministro dell’Interno a Bari.

Anche a Bari il vicepremier ha ricevuto un’accoglienza calorosa: “Mi incoraggiano ad andare avanti – ha detto ancora Salvini – sull’inchiesta sulla nave Diciotti sono più che sereno”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Taddei Roberto 14 settembre 2018

    Roba da matti dei clandestini potenziali banditi denunciano ? Nn ci vuole tanto a capire ke maiali ci sono dietro a tutto questo.

  • Leonardo Corso 13 settembre 2018

    Be MAtteo denunciali tu per infiltarzione in un paese senza documente, rimetete il reato di clandestinita e giu in galera. bastaaaaaaa

  • In evidenza

    contatore di accessi