Saluti romani a Cagliari per i caduti della Rsi. Tutti assolti: non è apologia

giovedì 20 settembre 19:17 - di Redazione

Una nuova assoluzione per i saluti romani in onore dei morti della Rsi. Non si tratta dunque di un gesto vietato dalla legge o di apologia di fascismo. Stavolta la notizia arriva da Cagliari e segue quella arrivata da Ragusa, il cui tribunale ha stabilito che esporre la foto di Mussolini in un bar non costituisce reato. Sempre di apologia del fascismo era stato accusato il gestore della famosa “spiaggia fascista” di Chioggia. Archiviazione anche per lui.

I fatti di Cagliari risalgono al 2012. Dodici persone erano state indagate e processate perché avevano fatto il saluto romano in ricordo dei caduti della Rsi e sono stati tutti assolti con formula piena. Perché il fatto non sussiste. Il giudice del Tribunale di Cagliari, Simone Nespoli, ha ritenuto infondata l’accusa di apologia del fascismo nei confronti di sette imputati (l’ottavo, una donna, è deceduta ma è stata ugualmente assolta) che il 25 aprile 2012 avevano manifestato in ricordo dei morti della Repubblica sociale.

Il pubblico ministero Giangiacomo Pilia aveva chiesto sei mesi di reclusione per tutti, ma dopo un’ora e mezzo di camera di consiglio il giudice li ha assolti con la formula più ampia accogliendo le richieste degli avvocati Gianluca Grosso, Emanuele Trois e Gianni Faa.

Gli imputati, di età compresa tra i 27 e i 65 anni, non risultano essere militanti di movimenti estremisti. Il 25 aprile di sei anni fa, in concomitanza con le celebrazioni per la festa della Liberazione, avevano preso parte ad una manifestazione a Cagliari per ricordare i caduti di Salò: tra loro anche alcuni ultrasettantenni. Secondo la Procura, saluto romano e inni erano propri di associazioni e movimenti che hanno tra i propri scopi anche l’incitamento alla violenza per motivi razziali, etnici o religiosi. Dei dodici per i quali il pm aveva chiesto la citazione diretta, otto avevano scelto la via del dibattimento, e ora sono stati assolti, gli altri riti alternativi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giammarco 21 settembre 2018

    Un doveroso e caro saluto all’on. Fiano.

  • Cesare Pieraccini 20 settembre 2018

    Schiaffo a tutte le scrofe e maiali che sbraitano ogni giorno!

  • In evidenza

    contatore di accessi