Roma “selvaggia”, va spasso col cane e viene aggredito dai cinghiali (VIDEO)

lunedì 3 settembre 13:48 - di Martino Della Costa

Roma, una giungla d’asfalto in cui la fauna selvaggia la fa da padrona intimidendo persone e animali domestici, e in qualche caso, come in quello che stiamo per raccontare, denunciato tra gli altri dalle colonne del Messaggero online, aggredendoli proprio. Un degrado sempre più minaccioso, quello in cui versa la capitale, che rischia di rivelarsi fisicamente pericoloso: o almeno così è andata per il malcapitato romano a spasso nelle vicinanze di casa sua, a Spinaceto, con il suo boxer Iron.

Roma, va spasso col cane e viene aggredito dai cinghiali

Un cittadino come tanti che probabilmente mai si sarebbe aspettato, uscendo a fare quattro passi col proprio cane, di ritrovarsi faccia a faccia con una famigliola di cinghiali in assetto da attacco: ma non in un bosco sperduto, ma nella selva cittadina di  via Nicola Stame, non lontano dalla Pontina, una strada parecchio battuta e frequentata del popoloso quartiere romano di Spinaceto. «Ho cercato di difendere il mio cane, Iron, un boxer – ha dichiarato la vittima dell’aggressione al quotidiano capitolino – se avessi lasciato il guinzaglio chissà cosa gli avrebbe fatto: quel cinghiale pesava almeno 100 chili, aveva le zanne e quando ero a terra era pronto a caricarmi, ho rischiato la vita». Un racconto agghiacciante, non certo degno di una città, prima ancora che di una capitale, che si rispetti. Un grido d’allarme, l’ennesimo peraltro, costato tanta paura e dolore all’uomo, uscito dal pronto soccorso del Sant’Eugenio con una diagnosi di spalla lussata, diverse escoriazioni e dieci giorni di prognosi.

La denuncia dei residenti: «nessuno interviene»

E, soprattutto, il rammarico che nulla cambierà, neppure dopo questa aggressione selvaggia, la decima finora – fa sapere il Messaggero – dell’allarme cinghiali scattato ad agosto nel quartiere, e in corso a Roma da molto più tempo, con buona pace dei residenti le cui denunce rimangono inascoltate, acuendo un insopportabile senso di abbandono. «Ci sono cinque cinghiali, due adulti e tre cuccioli, quindi probabilmente la mamma vuole difenderli e si sente minacciata dai cani. Dobbiamo aspettare il morto? Nessuno interviene», rilanciano sul quotidiano capitolino i residenti di Spinaceto, pronti anche all’ennesima iniziativa di piazza. E non che a Roma nord vada meglio: basta guardare il video girato nei pressi della Tomba di Nerone per aggiornarsi sui presidi selvaggi che tengono sotto scacco Roma e i romani…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi