Rom e migranti, l’Onu ci manda gli ispettori: Salvini: «Non accettiamo lezioni»

lunedì 10 settembre 13:00 - di Federica Argento

Ci mancava solo l’Onu ad incendiare un dibattito già di per sé divisivo e ad accusare, di fatto, il governo italiano di razzismo. L’Onu «intende inviare personale in Italia, per valutare il rilevante aumento segnalato di atti di violenza e razzismo nei confronti di migranti, individui di origine africana e rom». Appena insediato, Michelle Bachelet, nuovo Alto commissario Onu per i diritti umani, nel discorso con cui ha aperto i lavori del Consiglio Onu  è subito entrato a gamba tesa contro l’Italia. «La priorità del ritorno dei migranti dall’Europa, senza garantire che i principali obblighi internazionali in materia di diritti umani siano rispettati, non può essere considerata una risposta di protezione», ha affermato. Per questo, «l’Ufficio prevede di inviare un team in Austria per valutare i recenti sviluppi in questo ambito. Intendiamo inoltre inviare personale in Italia, per valutare il rilevante aumento segnalato di atti di violenza e razzismo contro migranti, individui di origine africana e rom». Se non è un’invasione di campo questa…

Salvini: «Onu prevenuta, costosa, disinformata»

«È nell’interesse di ogni stato adottare politiche migratorie radicate nella realtà, non in preda al panico», ha detto l’ex presidente cileno nel suo primo discorso al Consiglio di Ginevra, entrando a gamba tesa nella politica dei governi degli Stati membri della Ue. Bachelet ha criticato l’erezione dei muri di confine, la separazione delle famiglie di immigrati e l’incitamento dell’odio contro i migranti. «Senza pregiudizi nei confronti del dibattito in corso -ha aggiunto- le autorità dovrebbero ricordare che il rispetto dei diritti di tutti i migranti, compresi quelli nelle situazioni più vulnerabili, deve essere assicurato. Soprattutto -ha detto ancora- gli Stati dovrebbero adottare un approccio più riflessivo e cercare soluzioni costruttive, a lungo termine e sostenibili».

Per Salvini si tratta di parole inaccettabili: «L’Italia negli ultimi anni ha accolto 700mila immigrati, molti dei quali clandestini, e non ha mai ricevuto collaborazione dagli altri paesi europei. Quindi non accettiamo lezioni da nessuno, tantomeno dall’Onu che si conferma prevenuta, inutilmente costosa e disinformata: le forze dell’ordine smentiscono ci sia un allarme razzismo». Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. «Prima di fare verifiche sull’Italia, l’Onu indaghi sui propri stati membri che ignorano diritti elementari come la libertà e la parità tra uomo e donna», conclude il ministro dell’Interno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • francesco paolo 11 settembre 2018

    il soccorso rosso dell’internazionale social-comunismo lancia attraverso l michelle bachelet il suo grido d’allarme verso l’italia accusando il nostro paese di razzismo. Questa signora cerco’la liberta’ nella germania dell’Est dove risiedette per ben 10 anni. Basta questo per qualificarla.

  • Angela 10 settembre 2018

    Ma l’ONU che accusa l’Italia di razzismo lo sa che molti degli iimmigrati che sono da noi delinquono?che vendono droga?che cercano di strupare le donne?che ci fanno capire in tutti i modi che siamo”schifosi infedeli”,lo sa l’ONU che i Rom ci derubano senza pietà?che ci aggrediscono se non possiamo dare loro dei soldi?che non mandano i figli a scuola?che spingono donne e bambini all’accattonaggio?…siamo noi le vittime dei migranti e dei Rom…ma come si permette questa ONU di interferire nella nostra società ? Sovranismo ecco quello che ci vuole per noi Italiani…!!!

  • Giuseppe Tolu 10 settembre 2018

    Ispettori ONU? Andassero a fare in …..con tutta l’organizzazione. Mangiapane a tradimento!

  • Giorgio60. 10 settembre 2018

    Mi sbaglio o questa signora è socialista? Mi sa che la Boldrini centra qualcosa Salvini non pagare più se gli tocchi il portafogli smettono di rompere i c******.

  • florio 10 settembre 2018

    La Bachelet la smetta di fare la frignona, prenda i migranti e se li porti in cile. Infatti l’immigrazione verso quei paesi è = 0.- Questa maledetta gentaglia che presiede l’onu, ha scambiato l’italia per una sorta di pattumeria dove scaricare questa ovvia fonte di guadagno dei loro interessi criminali. E tutto questo con la complicità dei governi criminali precedenti del nostro paese. Gira che ti rigira i conti tornano, e i nodi arrivano sempre al pettine. Smettere quanto prima di finanziare l’onu, e ritirare i militari. Quei soldi servono per aggredire la povertà già ai livelli di guardia nel nostro paese. Dalla consapevole fuoriuscita da questo scellerato organismo ad alta concentrazione lobbista, ne trarremo un doppio beneficio, ovverosia si migliora la qualità della vita di molti nostri concittadini, e si evita altresi di finanziare inconsapevolmente il terrorismo in determinate aree geografiche, con il conseguente spostamento in massa di intere popolazioni.

  • Albert 2017 10 settembre 2018

    L’ONU è solo una massa di nullafacenti strapagati. E’ incredibile che della Commissione per i diritti umani dell’ONU facciano parte Stati come Arabia Saudita (dove esistono la tortura, la mutilazione, le esecuzioni capitali, la persecuzione delle religioni non islamiche) , Venezuela (con milioni di profughi che scappano dal regime comunista di Maduro che li incarcera, e li ha ridotti alla fame), Cina (dove milioni di cinesi vengono incarcerati con processi farsa, o uccisi negli stadi ) ecc., ed ora questi IPOCRITI pagliacci vengano a dare lezioni all’Italia, che è stata invasa da fiumane di falsi profughi. Che la signora Bachelet si preoccupi del razzismo dei neri africani verso i bianchi nel Sudafrica, dove adesso i bianchi vengono perseguitati, uccisi, espropriati, dalle “care risorse”. Ha fatto benissimo Trump a togliere gli USA da questa commissione di ipocriti comunisti.

  • lucio 10 settembre 2018

    Ci mancava anche l’Onu, ma per forza quest’EUROPA la dobbiamo prendere come va presa una supposta?

  • Pino1° 10 settembre 2018

    A volte l’accompagnamento alla frontiera a calci in —- non farebbe male.. Come mai questi cialtroni non vanno in russia, usa, cile, africa india emirates ecc. ma vengono a rompere le palle a noi ? Siamo troppo civili, sbagliamo ! Il G8 di Genova mosse molte cose, ma mosse anche e per tanti anni tanti rompipalle in meno in Italia…

  • In evidenza

    contatore di accessi