Rampelli: “I dem rimpiangono le lacrime e sangue di Monti”

mercoledì 19 settembre 19:10 - di Redazione

«Quando da posizioni di governo si passa all’opposizione si hanno maggiori argomentazioni per criticare, peccato però che il Pd parli da un pulpito sbagliato. Renzi barattò infatti con l’Ue un’elasticità del debito non per creare sviluppo economico, ma per investire sul business dell’immigrazione e regalare mance elettorali, il tutto con manovre finanziarie in deficit». Lo afferma Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia e vicepresidente della Camera.

“I sermoni Dem? Sono inascoltabili”

«I sermoni dei dem – aggiunge – sono quindi inascoltabili. Desta quindi stupore la difesa a oltranza dell’euroausterity inaugurata dal governo Monti. Serve maggiore flessibilità, la chiedeva Renzi, la chiede Conte e noi siamo d’accordo. Ma questa flessibilità deve servire agli investimenti infrastrutturali, allo sviluppo, alla crescita dell’occupazione, all’abbattimento delle tasse per famiglie e imprese e non per finanziare manovre assistenzialistiche come nel caso del reddito di cittadinanza. È il lavoro che dà dignità, non l’elemosina».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giulio 20 settembre 2018

    il Governo Monti ha distrutto edilizia, piccolo commercio, piccola industria con uno smodato aumento delle tasse sulle case, sugli esercizi commerciali, sui capannoni, financo sugli imbullonati. E ha creato centinaia di migliaia di esodati con la legge Fornero. Riusciamo a rimuovere queste due cause invece di correre dietro a cavolate tipo la flat tax?

  • Paolo 19 settembre 2018

    Gia’,

  • In evidenza

    contatore di accessi