Preso il quarto uomo di Lanciano: ha tagliato lui l’orecchio alla signora Martelli

giovedì 27 settembre 18:35 - di Guido Liberati


È stato arrestato dalla polizia nel casertano il quarto uomo della banda che ha aggredito nella loro villa i due coniugi a Lanciano, in provincia di Chieti. A quanto si apprende l’uomo di 25 anni è un cittadino romeno come gli altri tre fermati ieri.

Rapina di Lanciano in stile Arancia meccanica

Forse la persona catturata è il capo della banda, che domenica mattina ha compiuto la rapina in casa dei coniugi Martelli a Lanciano. L’uomo sarebbe stato l’aguzzino che ha tagliato l’orecchio alla signora Martelli. Oggi il procuratore della città frentana, Mirvan Di Serio, ha commentato il significato dell’operazione congiunta di polizia e carabinieri che ieri ha portato al fermo di tre persone romene (due fratelli e un cugino).

La banda composta da una famiglia romena

Una vicenda che ha destato enorme scalpore in Abruzzo e non solo. «I tre indagati si stavano dando alla fuga con i propri effetti personali dopo aver ripulito la propria abitazione. Su di loro ci sono pesanti indizi di colpevolezza e dovranno rispondere di rapina pluriaggravata, lesioni gravissime, sequestro di persona e porto abusivo di armi. Ora il provvedimento di fermo verrà sottoposto a convalida dal gip».

lanciano-il-post-di-salvini

Salvini posta la foto degli arrestati: “Sono qui per pagarci le pensioni”

«Ecco i tre criminali che, in attesa di pagarci le pensioni, di notte andavano a rubare, picchiare e mutilare. Spero prendano presto il loro connazionale rumeno ancora in fuga, devono pagare tutto». Con questo post e una foto di tre rapinatori, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha commentato la notizia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gio 28 settembre 2018

    spediteli in vaticano…

  • sergi 28 settembre 2018

    Mandarli in galera a vita, a casa loro.

  • Pino 1° 28 settembre 2018

    Secondo i sinistri magistratelli d’accatto, se l’anziano medico li avesse impiombati nel giardino di casa sua avrebbe anche dovuto risarcirli……. e Pierluigio pretende di riscrivere LUI la legge sulla legittima difesa. VANNO CACCIATI GIUDICI, AVVOCATI, MAGISTRATI dalla politica!

  • 27 settembre 2018

    Minimo 20 anni di prigione! Ma conoscendo la legge Italiana e i giudici 4 anni e sono liberi questi criminali…bisogna scrivere nuove leggi per salvare Italia e nuovi giudici per interpretare la legge!!

  • Jolanda C. 27 settembre 2018

    Una razza di infami bestie feroci…..e mi chiedo se alla signora a cui hanno mozzato un pezzo di orecchio, non abbiano anche dato un forte colpo in testa…perché il PERDONO (????) della stessa mi appare quasi una battuta almeno non lucida.
    Come si può perdonare simile genìa di esseri spregevoli?
    Adesso temo e mi aspetto anche qualche infelice decisione di uno dei nostri attuali magistrati….anche lui perdonerà?
    Povera Italia, nave sanza nocchier in gran bordello………..

  • Caesar 27 settembre 2018

    Grazie alle forze dell’ordine e ora spero pene esemplari

  • In evidenza