Pitbull attacca bimba di due anni: la zia la salva ma viene sbranata

mercoledì 19 settembre 16:34 - di Redazione

Aveva invitato parenti e amici a casa per un lieto pomeriggio di festa, ma la follia del suo cane le è costata la vita. La vittima è  una 50enne di cui non è stato diffuso il nome, che viveva a Langdon, in Canada, a una trentina di km da Calgary. Nel corso della festa, nel pieno di un’atmosfera rilassata, il pitbull della donna ha attaccato senza la nipotina di due anni e mezzo senza alcuna motivazione apparente: genitori e parenti sono rimasti impietriti, non credendo ai loro occhi, mentre la proprietaria del cane è intervenuta immediatamente per bloccare l’animale che stava mordendo con ferocia le braccia e le gambe della piccola.  E’ stata la sua condanna a morte: il suo cane, che aveva allevato con amore, che considerava come il cucciolo di casa e che non aveva mai dato segni di aggressività, ha immediatamente lasciato la bimba e si è rivoltato contro di lei sferrando un attacco così fulmineo e violento che la donna non ha neanche avuto il tempo di abbozzare una difesa. In pochi attimi il suo pitbull le è saltato al collo davanti ai parenti inorriditi che si sono precipitati per bloccarlo. Quando sono riusciti a renderlo inoffensivo, però, era ormai troppo tardi: per la donna non c’era più nulla da fare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • 20 settembre 2018

    Io avevo un pit bull per molti anni si chiamava Rocky, un fantastico cane da protezione personale…non sono cani criminali dipende dal padrone

  • 20 settembre 2018

    Refezione scusate ma le vostre pagine hanno un problema enorme they are reloading all the time…it is impossible to make comments per piacere aggiustate il vostro sistema…

  • In evidenza

    contatore di accessi