Permesso di soggiorno per motivi umanitari, pronto il decreto per abolirlo

giovedì 6 settembre 13:47 - di Mariano Folgori

Migranti, una nuova tempesta di polemiche si sta per abbattere sul governo. È infatti pronto il decreto voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini che imita fortemente la concessione del permesso soggiorno  per motivi umanitari. Il provvedimento, come si legge nella relazione illustrativa in possesso dell’Adnkronos, abroga di fatto tale istituto introducendo “una tipizzazione delle tipologie di tutela complementare”. Il provvedimento si giustifica per l’abnorme numero dei permessi di soggiorno, aumentati dall’inizio di quest’anno del 28%.

Tuttavia, “l’abrogazione dell’istituto del rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari” determina “l’esigenza di individuare e dotare di apposita copertura normativa ipotesi eccezionali di tutela dello straniero”. Esigenze che, recita la relazione, “sono individuate nelle condizioni di salute di eccezionale gravità e nelle situazioni contingenti di calamità naturale nel Paese di origine che impediscono temporaneamente il rientro dello straniero in condizioni di sicurezza.

Il provvedimento studiato da Salvini introduce anche norme più severe in tema di concessione della cittadinanza alla luce “dell’accresciuta minaccia terroristica internazionale e dei preoccupanti fenomeni di contraffazione dei documenti dei Paesi d’origine prodotti dai richiedenti”. Sempre in questo ambito, un’altra disposizione che farà sicuramente discutere è  l’introduzione dell’istituto della revoca della cittadinanza italiana concessa ai cittadini stranieri che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale”.  Si tratta di soggetti che hanno “riportato condanne per gravi reati commessi con finalità di terrorismo o eversione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 6 settembre 2018

    Il più in fretta possibile

  • Giorgio Piras 6 settembre 2018

    logico e semplice

  • Pino1° 6 settembre 2018

    Concorderei per la revoca della cittadinanza italiana anche per gli italiani immeritevoli !
    Per la faccenda documenti di identità…. agli stranieri provvederei con apposito documento/passaporto passivo (concesso con atto fiduciario a favore dell’immigrato nel quale si dichiara ”Residente straniero stabile (maroc) sul territorio nazionale e per i figli.. uguale ! Prima str***++ata ritiro passaporto/documento direttamente dall’agente invio in prefettura a mano del prefetto che almeno avrà qualcosa da fare !!!!

  • Giuseppe 6 settembre 2018

    finché non vedo , non credo. Forza Meloni!

  • In evidenza

    contatore di accessi