Palagonia, 82enne perde la testa per la badante, prende la pistola e tenta di ucciderla

giovedì 27 settembre 11:56 - di Giorgio Sigona

I carabinieri di Palagonia, nel catanese, hanno arrestato un pensionato di 82 anni con l’accusa di tentato omicidio, porto illegale di arma clandestina e porto illegale di oggetti atti ad offendere. La vittima, una quarantenne sposata, da alcuni mesi era al servizio dell’uomo che se ne era perdutamente innamorato. Proprio questo sentimento morboso lo aveva indotto ad imporre alla vittima pesanti avances a sfondo sessuale che l’avevano costretta alcuni giorni fa a lasciare l’impiego. Sentitosi abbandonato, ha iniziato ad appostarsi sotto casa della donna per poi affrontarla e chiederle di ritornare poiché lui non poteva più fare a meno di lei. Vedovo da circa due anni, al netto diniego espresso anche dal coniuge della donna che più volte aveva cercato con modi garbati di convincere l’anziano a farsene una ragione, l’uomo, la scorsa notte, si è armato di pistola e coltello e si è presentato a casa della coppia pretendendo di entrare e dirimere una volta per tutte la questione e, non curante del fatto che la donna avesse in braccio la figlioletta di appena due anni, ha estratto dalla tasca la pistola puntandola contro la donna minacciandola di ucciderla se non fosse tornata a lavorare da lui.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino 1° 28 settembre 2018

    Non c’è rimedio alla vecchiezza decerebrata!
    quando una testa di c—o prende il sopravvento ad una testa contenente un cervello!
    quando si pensa di realizzare con violenza e tanto pericoloso rumore che porta in galera..
    quanto quietamente e senza drammi fa un foglio da cento in serena quieta convivenza!
    sei da ricovero !

  • In evidenza

    contatore di accessi