Magistratura democratica si scatena contro Salvini: «Vuole intimidirci»

venerdì 7 settembre 17:16 - di Elsa Corsini
perugia

Puntuale arriva il plotone d’esecuzione di Magistratura democratica. Bastano poche parole di Matteo Salvini a far saltare i nervi ai togati della corrente di sinistra della magistratura, che accusano il vicepremier leghista di eversione. Dopo la sentenza del tribunale del riesame sul sequestro dei beni del Carroccio, Salvini ha parlato di un «processo politico senza precedenti» nei confronti della Lega. «È chiaro – ha detto Salvini, pur dichiarandosi sereno – che cercano di metterci i bastoni fra le ruote. E l’accusa di sequestro di persona, e l’abuso d’ufficio, e il sequestro dei conti… mi sembra che si stia esagerando. È evidente che qualcuno non si rassegna al fatto che Salvini sia al governo». E ancora: «Dico solo agli amici della Procura di Genova che è perfettamente inutile andare in giro per l’Europa a cercare soldi che non ci sono…». Durissima la replica in stile militante di Md. «L’accusa alla magistratura di intervenire per scopi politici e di agire per ribaltare le scelte compiute democraticamente dagli elettori ha una portata eversiva, e realizza una grave interferenza rispetto all’esercizio delle prerogative che alla giurisdizione spettano a tutela dei diritti e della legalità», si legge nella nota diffusa dalla segretaria di Md Mariarosaria Guglielmi e il presidente Riccardo De Vito che accusano il ministro dell’Interno di usare «toni e contenuti intimidatori». Che si prepari una nuova ipotesi di reato da accollare al pericoloso vicepresidente del Consiglio?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mas 9 settembre 2018

    Grande Pino 1° ci vorrebbero dei magistrati quantomeno con il tuo intelletto…sai per me questi faranno tutti una brutta fine ansi li avverto….ora ci faremo 4 risate quando alle prossime elezioni voteranno tutti in maggioranza per Salvini…siccome la figura di CACCA cari farneticanti magistratucci corrotti sinistrati, l’avete giá fatta nelle penultime elezioni assiemeca tutti i vostri filisdei farneticanti come renzi, martina and company , ora ne farete una moltooo più grande e di SUPER CACCA che neanche ve lo immaginate…dopo però attenzione perchè noi vi verremo a cercare pure in capo al mondo una volta che Salvini sará rieletto all’unanimità come inevitabile che sia, se proverete a rompergli i c….i ancora una volta chiarooo???..e a proposito GIÙ LE MANI DA SALVINI O SARÀ RIVOLUZIONE CIVILE ??????

  • giancarlo 9 settembre 2018

    La democrazia è morta da tempo,in italia .

  • Taddei Roberto 9 settembre 2018

    Ma di quale democrazia parlate togati ? Fate imbarazzo e ridere. IL RISPETTO NN VI É DOVUTO MA VA MERITATO .

    • WILMA PERISSINOTTO 9 settembre 2018

      d’accordissimo

  • Mario Abbate 8 settembre 2018

    L’atto intimidatorio é proprio quello che sta facendo la magistratura contro il ministro dell’interno eletto dal popolo italiano,se é vero che l’Italia é una RE PUBBLICA, non esiste nessun potere più del popolo sovrano e il popolo sovrano è con Salvini!

  • Franco Cipolla 8 settembre 2018

    Ma quale magistratura democratica, non sanno nemmeno dove la democrazia sta di casa.
    I responsabili dell,’emissione di sentenze politiche comprovate dovrebbero dopo risarcire la vittima in modo esemplare ed essere radiati dall’albo e dai pubblici uffici.

  • Brunilde 8 settembre 2018

    La mia libertà finisce dove incomincia quella altrui,vale anche x voi magistrati

  • Alf 8 settembre 2018

    Azz… accusano il vicepremier leghista di eversione, e se non è eversione quello che stanno facendo questi di magistratura ANTI-democratica che cavolo è? Si vergognino e prendano esempio dai vecchi magistrati per sobrietà discrezione e soprattutto per riservatezza! Da mani luride in poi non c’è magistrato, anche delle piccole periferie, in cerca di vanagloria. Quante inchieste sulla sinistra? Come si è comportata l’infallibile magistratura in merito al suicidio di David Rossi (MPS)? Ridicoli e impuniti!

  • sergi 8 settembre 2018

    SALVINI NON SI TOCCA!

    • guerrino baroli 8 settembre 2018

      Concordo pienamente col sig Alf. In poche parole ha fotografato la realtà e verità. Verità che i media e giornaloni vogliono nascondere. Bravo !

  • Pino1° 8 settembre 2018

    Magistratura Demo esce allo scoperto e mette mano pardon il pugno di sinistra (ovviamente) proprio nel cuore del problema! Sul tappeto, loro, i giudici ! Grazie, se ne sentiva il bisogno, dopo che milioni di euro sono stati spesi per aggredire il forzista berlusca con decine di processi e centinaia di indagini svolte con la guardia di finanza per rovesciarne il governo anti sinistra stante un presidente della repubblica di sinistra ed approdare ad una lunghissima serie di riconoscimenti della mancanza assoluta dei fatti addebitati.! L’unica cosa addebitatagli che approvo di quella lunga stagione di mani pulite -risoltasi come dimostrano abbondati fatti in un’altra stagione di mani luride- con buona pace dell’attuale parlamentare di pietro è il fatto che chi va a governare deve vivere una vita rispettosa dei valori umani e di dignità altrui! Bunga bunga? Lasciamola ad altri paesi, qui da noi ci fa sogghignare ma dentro, dentro, non si perdona! Dunque, novelli dipietrini, oggi aggrediscono una dichiarazione, mai fatta, di un ministro eletto a suffragio universale dal popolo del paese che gli paga abbondante ed incontrollata mercede ! Essi, loro, i giudici, di cui non si sa nome e cognome e da dove arrivino dove esercitino -dal momento che non viene riportato nulla in tal senso e per questo si potrebbe anche pensare ad una fake news e può essere; Non essendo pensabile che un qualche giudice lanci il sasso nascondendo la mano come fanno i più vili dei ragazzi di borgata, dietro una qualche sigla sindacale, ‘un giudice…’ Non ci credo !
    E, PALESEMENTE, MINACCIA un ministro della repubblica con un’affermazione che, di per se è pari ad un capo di imputazione: «L’accusa alla magistratura di intervenire per scopi politici e di agire per ribaltare le scelte compiute democraticamente dagli elettori ha una portata eversiva, e realizza una grave interferenza rispetto all’esercizio delle prerogative che alla giurisdizione spettano a tutela dei diritti e della legalità» Alla Magistratura? E’ l’ora di finirla con questa farsa; un conto è ‘LA Magistratura’ che pronuncio con deferente rispetto, conto assai diverso sono gli esseri che s’ammantano della nera tonaca per colpire avversari, loro, personali, di parte, sfruttando indegnamente la carica, i soldi dei contribuenti, e sopratutto una cosa che ormai va sottolineata ! *Potere politico, emanazione del popolo e potere giudiziario, espressione della somma delle leggi emanate su ‘storia giuridica romana e attualizzate con il sentire del popolo furono messi su piani d’assoluto rilievo per difendere la legge dall’ipotetica aggressione della politica e la politica sufficientemente protetta dall’aggressione della magistratura ! Questo è saltato e non ne interessano gli itinerari percorsi ma la sostanza ! Oggi la macchina della magistratura ha mantenuto le sue prerogative di ‘blindatura’ autoreferenziale, magistrati che giudicano altri magistrati, se quelli sbagliano, infatti non sbagliano mai ! Stranamente è per preciso che oggi la politica intesa nel più alto concetto di espressione di tutto il popolo e non di una sola parte viene, come ampiamente dimostrato nei fatti, aggredita, senza ostacoli, da persone che ci fanno spendere patrimonii (più di una finanziaria) per distruggere assetti politici voluti dal popolo e distrutti da lobbisti camuffati ! Sicuramente io sbaglio e tentenno sui pricipii che hanno da sempre rappresentato per il popolo e per me i valori intrinseci della ‘Magistratura’ ma sono stravecchio e forse quella che io ricordo non è più ! Non potrei assumere una frase migliore di quella addebitata a Salvini per rappresentare l’aggressione che viene effettuata al Ministro da chi gli rivolge l’accusa ! Continuate così, farete anche a voi la fine del PD !

  • Angela 8 settembre 2018

    E si offendono pure?..indagano un ministro con un’accusa che lascia sbigottiti,cercano di sottrarre tutti i fondi disponibili al suo partito e il ministro dovrebbe starsene buono e tacere ?la magistratura che abbiamo in Italia fa paura… è evidente anche ai bambini che è un atto politico!

  • florio 8 settembre 2018

    Che ci sta a fare una magistratura politicizzata nelle aule di giustizia??? In nessuno dei paesi occidentali dei giudici esprimono un loro orientamento politico e di PARTE!!! Se lo fanno, la toga la possono vedere con il binocolo!!! Il giudice è soggetto alla legge, ma se esercita la professione fortemente condizionato da una specifica ideologia politica, culturale di appartenenza, senza dubbio il giudizio che ne consegue nel merito di una sentenza penale, civile, risulterà fortemente deviato, aggravato, e dunque pregiudizievolmente lesivo e dannoso al riguardo della parte offesa, o dell’accusato, in fase processuale.- Ecco spiegato il motivo, per cui buona parte delle sentenze arrivano fino in cassazione, consiglio di stato, ciò spesso dovuto al fatto, che il responso del giudice nei vari gradi di giudizio non è stato affatto sereno, privo di condizionamenti ideologici, cagionando, a danno dei ricorrenti, un dispendio enorme di risorse per avere giustizia su un danno subito. Da non sottovalutare i fatti di cronaca, delittuosi, che ogni giorno l’informazione riporta, mette sempre più in evidenza come la giustizia, nel trattare specifici reati, commessi da soggetti, in particolare stranieri, e non, lasci adito a più ombre che luci, nel modo come questi casi vengono gestiti e trattati. Risulta sempre più chiaro, anche nell’opinione pubblica, che questo tipo di giustizia, risulta secondo la percezione di tanti, fortemente deviata, associata sempre piu spesso ad una vera e propria lobby di potere, per certi versi pericolosa. Se io fossi un premier, appena mi insedio, apro subito, e di corsa il fascicolo giustizia.- Una giustizia malata, deviata, politicizzata, nel medio e lungo termine, produce effetti devastanti e pericolosi, oltre che sui diritti e doveri civili, sull’economia, sulla giustizia (LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI, o ne beneficia solamente chi possiede una tessera di partito???), e infine sulla sicurezza dei cittadini, e certezza della pena (NON ESISTE – la giustizia ha gravi responsabilità in questo caso).- FUORI I GIUDICI POLITICIZZATI DAI TRIBUNALI. I CITTADINI NON LI VOGLIONO.-

  • 7 settembre 2018

    Una domanda alla Magistratura Italiana, perché non siete mai stati capace di eliminare la criminalità organizzata in Italia?? vi svegliate ora per distrugere Mr. Salvini che è stato eletto da gli Italiani…VERGOGNATEVI, KANGAROO TRIAL!!!

  • Maurizio 7 settembre 2018

    Basta pensare che se si vuole definire “democratica” NON È IMPARZIALE È di PARTE! La vera magistratura non deve impicciarsi di politica ma pensare alla amministrazione imparziale della legge. Ma questi sono toghe rosse e non sono imparziali!

  • Pino1° 7 settembre 2018

    Ricordo un presidente della repubblica odioso ma da me lo stesso accettato a malincuore
    ( naturalmente ex magistrato ) che si prese lo sfizio di esordire a reti unificate della rai tv di stato pronunciando la frase: ” IO NON CI STO’ ” Cosa accadeva? Al momento lo sapevano in pochi!!
    Gli veniva preparato un bel pacchettino… e tutto, ma proprio tutto, termino’ Vero Mattonella ?
    Molto cattolicamente, esistono; i peccati del dire ; del dire il falso ; O del non dire quando si dovrebbe che, guardacaso realizzano lo stesso risultato ! Si può assassinare dando l’ordine di farlo, come assassinare perché non si da l’ordine di non assassinare ! Datevi una regolata ! in che mani stiamo!

  • Marcello 7 settembre 2018

    Che schifezza!

  • Andrea 7 settembre 2018

    Ma esiste anche “la corrente di destra della magistratura ” ?? semmai che esiste è davvero ben nascosta !! io li ho sempre visti al servizio dei sinistroidi ! praticamente fanno un blocco unico …

  • Albert 2017 7 settembre 2018

    Hanno anche il coraggio di fare gli “offesi”. Magistratura demokratica. Germania Demokratica. Honecker, DDR, che bei ricordi! Quanti bei demokratici, eh che bei tempi, tutti quei muri, quei bei fili spinati così komunisti…Avanti così, un bel processino “demokratico” nello stile popolare dei kompagni dell’Est, e magari un bell’internamento tanto demokratico in un gulag, come capitava a Solgenitsin, o a Sakharov…

  • Franz 7 settembre 2018

    Ma quanto sono imparziali questi magistrati se usano bilancie truccate? Sono come Brenno ” noi facciamo la legge”

  • In evidenza

    contatore di accessi